Lettera al Cavaliere (caduto da cavallo)

Valutazione attuale: / 8
ScarsoOttimo 

Silvio Berlusconi4Vicenza, 23 settembre 2013. - Lettera aperta di Stefano Biasioli *

Illustre Cavaliere,

Le scrivo questa lettera con la certezza che Ella non la leggerà né, tantomeno, mi risponderà. Ma, se non lo facessi, mi sentirei "incompleto". Oggi, il mio sentimento verso di Lei è quello di una enorme DELUSIONE. La delusione di uno qualsiasi dei suoi elettori, uno che-20 anni fa- ha creduto in Lei ed in una battaglia liberale, per un'Italia piu' moderna e premiante il merito, non le appartenenze politiche.

Purtroppo, non è stato cosi'. Come Segni, anche Lei ha perso una serie di occasioni propizie per riformare l'Italia. Negli anni, Lei si è circondato di "servi" e non di "tecnici": i "servi" (in primis, inclusi i suoi modesti legali) ed i magistrati (poi) l'hanno portato dov'è ora: IN GABBIA.

Fossi in Lei, andrei in carcere e mi trasformerei in Silvio Pellico.....in attesa della riscossa.

Comunque sia, non creda che il ritorno a Forza Italia sia "taumaturgico". Non lo sarà, se farà i soliti errori: circondarsi di "ballerini e nane" (come Craxi); affidarsi a dei "servi" e non a persone "capaci, oneste, con voglia di lavorare e non di apparire". Un esempio, su tutti: la Polverini e quel sindacato fantasma (l'UGL) cui Ella ha dato uno spazio "drammatico".

Dove sono i Martino e quelli come Martino? Scomparsi.....Lei, che si è fidato di Doris (ed è stata la fortuna di entrambi), non ha saputo mettere insieme una squadra politico-tecnica seria, competente, sgobbona.

Anch'Io, nel mio piccolo, ho fatto lo stesso errore....

Cavaliere, getti via i Verdini e C. e cerchi gente nuova: giovani e vecchi che non abbiano bisogno di vivere con i denari della politica ma abbiano idee, voglia, grinta, pulizia....Che credano in quello che fanno.

Cavaliere, usi nuovi slogan e nuovi messaggi:

1) BILANCI di STATO E PARASTATO fatti con uno schema unico (come da proposta del CNEL,2013)

2) RIFORMA del FISCO basata sul "conflitto/contrasto di interessi" tra chi eroga un servizio e chi lo riceve. Come? Detassando – anche se in minima parte- la cifra spesa, a partire dal caffe' quotidiano.

3) ELIMINAZIONE (non fisica ma funzionale) dei 100 BRONTOSAURI della BUROCRAZIA: Catricalà, Patroni Griffi, Mastropasqua, i vertici della Corte dei Conti e del Consiglio di Stato, i vertici della Ragioneria dello Stato e della Banca d'Italia, Presidente e Segretario del Cnel. Ancora: i vertici della Funzione pubblica e dell'ARAN, zeppi di gente di sinistra; Vegas, Naddeo....;

4) RINNOVO dei CONTRATTI PUBBLICI, che altrimenti resteranno bloccati dal 2009 al 2016...(sono voti.....).

5) RIDUZIONE dei COSTI dell'APPARATO (centrale e periferico), sulla base di proposte e di idee della DIRIGENZA PUBBLICA. Non dei brontosauri di cui sopra, ma dei "dirigenti VERI" dei Ministeri, delle Regioni e degli Enti Locali. I nomi? Se lo vorrà, potrà ottenerli.....

6) ELIMINAZIONE dello SPOILS-SYSTEM (all'italiana), che ha solo fatto danni, per colpa della politica invadente (Tosi docet!).

7) ASSUNZIONE dei DIRIGENTI PUBBLICI solo per concorso pubblico e trasparente, con precedente "idoneità nazionale, specifica per materia ma con una parte dirigenziale comune".

8) NO all'EUROPA MATRIGNA, che non tutela la persona !

9) RUOLO NUOVO dei PENSIONATI, per ridurre il carico di lavoro pubblico arretrato e le liste di attesa.

10) RIPRISTINO del SERVIZIO MILITARE (12 mesi), per "servizi civili e per dare ai giovani il senso civico di appartenenza".

Cavaliere, mi fermo qui.

Per il resto: AUGURI di CUORE, anche se mi ha deluso.

Cordialmente, Stefano Biasioli

 

* Medico; Ex Capo Dipartimento Ospedaliero; Ex Presidente della CIMO (quello che ha bruciato la statua della Bindi); Segretario Generale della Confedir (piccola Confederazione autonoma, ma rappresentativa di tutta la dirigenza pubblica).

 

Lettera al Cavaliere (caduto da cavallo)