Gio01282021

Last update03:45:54

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori Ciò che non ci potranno mai prendere

Ciò che non ci potranno mai prendere

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Stefano Nucida2Rovereto, 18 novembre 2013. – di Stefano Nucida

Caro Direttore, qui continuano a fare e disfare partiti e coalizioni, primarie e compromessi tra gruppi che svolazzano di qua e di la come le bandiere in balia del vento. Mentre l'Italia conferma una profondità della crisi che sta colpendo non più solo le tasche, ma anche la stessa solidità e coesione sociale. 12 mila aziende finite nel cesso (fallite) solo nel 2013, con persone, famiglie ed imprenditori che hanno dato il loro cuore, la loro anima, i loro sogni, le loro fatiche, le loro case e le loro stesse vite, per quel lavoro, per quel fallimento!!!

Umanamente ritengo tutto ciò inammissibile, questi "mega" esseri umani, politici di basso rango, senza esclusioni di sorta,  strapagati col sangue della popolazione, ma in coscienza  completamente staccati e lontani da ciò che è la vita, la quotidianità e la realtà di migliaia, milioni di persone che sanno di essere diventate un numero o forse una "tassa".

E' inutile commentare le facce di persone che si sono pure dimenticate, vivendo nella disperazione, che tra un p' vi sarà la festa cristiana più bella dell'anno, la festa dei bambini, il Natale, e che per molti quest'anno, sarà purtroppo solo un momento di tristezza.

Magari anche un semplice regalo per i propri figli, dovrà essere tassativamente sterzato verso un tozzo di pane, gettando purtroppo a malincuore la letterina indirizzata a Babbo Natale nella spazzatura, così da essere costretti ad infrangere, voglia o non si voglia, anche i sogni dei propri figli.

Qui continuano trasversalmente a giocare privatamente la partita a risiko, nella speranza, o meglio certezza, che possano portarsi a casa più seggiole e privilegi e chi vi riuscirà (nella partita) vincerà l'Italia che verrà successivamente banchettata, assaporata e svenduta all'Europa.

Quello che scrivo è ciòche sento davvero dentro di me e nella sua semplicità, vuole essere un accorato appello nell'invitarvi a cercare di rimanere uniti ai nostri/vostri pochi attimi di gioia, avendo compreso che tutto potranno sottrarci, ma non i nostri sentimenti e la nostra dignità.

E' un bagaglio interiore che niente e nessuno potrà farci sacrificare o portarci via, è nostro punto e basta!!!

Oggi come oggi felice di essere un semplice "sguattero", creato dallo politica, ma con un grande tesoro nel cuore; la consapevolezza di non essere come loro!!!

Ciò che non ci potranno mai prendere

Chi è online

 127 visitatori online