Gio01282021

Last update03:45:54

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori Trentino Trasporti: due pesi e due misure!

Trentino Trasporti: due pesi e due misure!

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

trentino-trasportiTrento, 28 novembre 2013. - di Paolo Serafini

Egregio Direttore, dopo la discriminazione aziendale che ha condannato il sottoscritto al licenziamento per giusta causa, nonostante non ci sia stata fino ad ora nessuna condanna penale e dopo le odierne dichiarazioni del Direttore Generale di TTE Allocca (pubblicate da un quotidiano locale) secondo il quale la disciplina aziendale prevede il licenziamento solo dopo una sentenza penale, è arrivata anche la discriminazione mediatica.

I quotidiani infatti si sono ben guardati dal rendere pubblici i nomi dei cinque dipendenti indagati per il reato penale di "peculato". Va ricordato che l'art. 314 del C.P. prevede per l'incaricato di un pubblico servizio la reclusione da 3 a 10 anni. Una condanna quindi ben molto maggiore di quella prevista per il reato di "diffamazione con l'aggravante razzista" per il quale il sottoscritto e' imputato e non ancora condannato, con la presunzione assoluta di innocenza fino a sentenza di condanna definitiva.

Questo nuovo tsunami, sia aziendale che mediatico, sta dimostrando in toto quanto un'ideologia politica diversa da chi dirige l'Azienda di Trasporto e i Quotidiani locali sia determinante a stabilire i "due pesi e le due misure". Il tutto tradotto in una parola: "Discriminazione personalistica". Forse un'auto goal?

Paolo Serafini

Caro Serafini non si tratta di auto gol. Chi milita a sinistra gode di indubbi vantaggi, sia processuali che mediatici. Ho sempre sostenuto e sostengo che il tuo licenziamento è illegittimo e non suffragato da alcun presupposto giuridico. Per questo, chi Ti ha licenziato meriterebbe di essere cacciato a calci da Trentino Trasporti. Nel caso, si concretizza una palese discriminazione, e tu sei ne sei vittima.

Ripeto in questa Italia, Trentino compreso, sempre due pesi e due misure. Ho tanti episodi da raccontare. Vedi il caso Baraldini, altro che soluzione giudiziaria, come invece si pretende per Chico Forti. Ma come qualcuno ben aveva detto ........ sono forti con i deboli, deboli con i forti. Vigliacchi, sempre!  Claudio Taverna

Trentino Trasporti: due pesi e due misure!

Chi è online

 364 visitatori online