Gio04222021

Last update10:32:09

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori Dove andremo a finire?

Dove andremo a finire?

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Trento, 9 settembre 2014. – di Paolo Serafini *

Caro Direttore, ancora una volta scelte inconsapevoli e scellerate creano i presupposti per mettere in ginocchio l'economia locale e la sicurezza del territorio già duramente flagellata da altrettante scelte demenziali. Oggi è il caso dell'Opera Universitaria (Residenza Brennero a Trento). Una struttura ultramoderna per la quale sono stati investiti diversi milioni di euro. Una struttura che non potrà più accogliere studenti universitari bisognosi dell'aiuto dell'ente pubblico per dare spazio all'accoglienza dei profughi.

Studenti che molto probabilmente dovranno rinunciare allo studio non potendosi permettere una diversa locazione. Un danno quindi culturale ed economico per tutto quanto gira attorno allo studio. Oltre alla grande umiliazione che, per scelte politiche, vede discriminare chi ha veramente bisogno ed è portatore di benessere da chi potrebbe rimanersene a casa perché solo un costo e molto ingente.

Profughi dei quali nessuno conosce le condizioni sanitarie. Profughi quindi che troveremo bighellonare e probabilmente, come è loro prassi, delinquere sul territorio. Usare i servizi pubblici (sanitario, trasporti etc) con il rischio di trasmettere possibili malattie ormai note per le diverse centinaia di casi accertati sul territorio nazionale. Parliamo di quelle malattie che erano state debellate, la TBC in particolare e che con il sopraggiungere di questi soggetti sono ricomparse. Anche se qualche intelligente esponente politico nazionale del PD ha affermato che sono gli italiani a trasmettere le malattie a questi soggetti!

La situazione quindi sta progressivamente degenerando. La classe politica dirigente sta commettendo continui errori che determineranno il proliferare del degrado e della delinquenza. Se proprio questi soggetti gli stanno così a cuore se li prendano nelle loro case o nelle loro seconde case. Alla classe dirigente che proviene da luoghi turistici come la val di Fiemme, di Fassa, del Garda, l'altipiano di Folgaria ecc. tanto per fare degli esempi trovino strutture in quei luoghi dove ospitarli e non penalizzare il capoluogo già fortemente provato da tutto ciò che l'immigrazione clandestina ha provocato.

E agli elettori prossimi al voto delle amministrative auspico di ricordare il nome e il cognome di questi politici e i partiti ai quali sono collegati. Partiti fomentatori e responsabili del degrado, della crescente delinquenza, della crisi economica, della perdita dei valori e chi più ne ha più ne metta.

*consigliere della Circoscrizione San Giuseppe – Santa Chiara

Dove andremo a finire?

Chi è online

 301 visitatori online