Lun01252021

Last update04:23:43

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori Il consigliere Zeni è rimasto "colpito"......

Il consigliere Zeni è rimasto "colpito"......

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Paolo SerafiniTrento, 13 gennaio 2015. - di Paolo Serafini*

Caro Direttore, nel leggere le agenzie di stampa locale la curiosità è andata alla notizia del furto subito dal consigliere Zeni. Un portafoglio, un cellulare erroneamente lasciati in auto. Come ogni atto criminoso anche quello occorso al consigliere piddino mi è dispiaciuto. Sono rimasto però alquanto sorpreso da alcune dichiarazioni dello stesso. E nel merito quando afferma sul suo profilo fb che una delle cose che lo ha colpito è stato sentire il commento del poliziotto presso il quale ha presentato denuncia: "Capita, ormai la criminalità è diffusa anche qui".

Il consigliere piddino rimane colpito. Come se il dilagare quotidiano della criminalità sul nostro territorio fosse solo un atteggiamento strumentale di forze politiche avverse alla sua e non avesse dovuto essere reso ironicamente palese al suo acume da chi di criminalità se ne intende.

Mi ha sorpreso inoltre il finale con cui data la notizia su fb agli amici li rassicura dicendo: "Comunque avanti, dimostrerò che si può vivere qualche ora anche senza cellulare"! Il suo pensiero, la sua preoccupazione, come dovrebbe, non va al problema sempre più dilagante della microcriminalità, ma al cellulare. Anche se questo strumento risulta essere indispensabile nella quotidianità mi sarei però aspettato più volentieri una presa di posizione sul problema. Segno che le vere preoccupazioni sia a livello europeo, nazionale e locale non fanno parte di quella sfera politica.

* consigliere della Circoscrizione San Giuseppe – Santa Chiara di Trento

Il consigliere Zeni è rimasto

Chi è online

 166 visitatori e 1 utente online