Mar08042020

Last update05:36:57

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori Italiana: è una colpa per la quale si muore

Italiana: è una colpa per la quale si muore

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Trento, 2 agosto 2015. - di Guerrino Soini

Caro Direttore, la notizia, di qualche settimana fa, di una donna di 45 anni morta a Macerata dopo aver perso il lavoro e, di conseguenza l'abitazione. Luana è, anzi era, una donna che dalla vita ha avuto poco o nulla e si è ritrovata dopo mille traversie a dover dormire in tenda per mancanza dei mezzi economici necessari a condurre una vita appena normale. Non so, e non m'interessa, se questa donna sia stata causa della sua sorte, certo è che è morta nell'indifferenza più assoluta delle Istituzioni.

E' qui che vediamo tutta l'incapacità di questo governo che è pronto a spendere fior di quattrini per ognuno, al quale salta in mente che l'Italia è più comoda del suo Paese, e non sa soccorrere chi qui vive e opera, chi qui è nato ed ha provato a costruire la sua vita, chi qui avrà anche fallito ma ha cercato di essere parte di questa società.

No, noi preferiamo soccorrere, mantenere, assecondare chi qui entra con l'inganno, la forza, il sopruso. Noi depenalizziamo il reato d'immigrazione clandestina poiché non sappiamo come farvi fronte, noi sistemiamo chi viene da noi, senza averne il diritto e nemmeno chiedere permesso, in alberghi a tre stelle, sopportiamo il loro disprezzo e ci sentiamo quasi costretti ad adeguare il nostro vivere al loro.

Occorre dire, ed anche a gran voce, che noi non siamo come loro, dobbiamo loro rispetto ma abbiamo un'altra storia, un'altra cultura, diverse abitudini che nessuno di loro sembra voler rispettare sentendosi in diritto di piegare la nostra società alle loro usanze; dobbiamo dire loro che sono ospiti in casa nostra, che qui ci sono leggi ed usanze che vanno rispettate e che se non intendono farlo nessuno li trattiene nella nostra terra.

Ebbene io, come italiano, mi vergogno per la morte di Luana, mi vergogno di questo governo che ha permesso che questa donna morisse senza minimamente interessarsene. Mi vergogno anche del fatto che, nonostante quel che dice la Boldrini, siamo razzisti al contrario (almeno nella nostra parte istituzionale) e preferiamo di gran lunga aiutare gli immigrato piuttosto che gli italiani.

E' ora che quest'Italia inutilmente parolaia e menefreghista si svegli, mandi a casa questi indegni rappresentanti del popolo e costruisca uno Stato più sobrio, giusto con i suoi cittadini, solidale con chi ha diritto al soccorso e giustamente severo con chi tenta di approfittare delle inefficienze endemiche del nostro Paese. E' ora di rimandare a casa loro tutti quelli che qui non hanno diritto di rimanere e soccorrere con dignità chi, invece, di questo diritto è titolare.

Italiana: è una colpa per la quale si muore

Chi è online

 272 visitatori online