Dom01242021

Last update09:13:26

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori Passata la Festa (assemblea Confcommercio), gabbato lo Santo......

Passata la Festa (assemblea Confcommercio), gabbato lo Santo......

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Alessandro OliviRovereto, 2 dicembre 2015. - di Claudio Civettini*

Caro Direttore, corrispondendo ai quesiti che ho posto con l'interrogazione a risposta immediata ( Question time) n. 2406/XV, l'Assessore provinciale alle infrastrutture e all'ambiente abbia categoricamente escluso, nell'indicazione delle priorità della Giunta sulla viabilità, la tangenziale Ovest o Nord che dir si voglia di Rovereto adducendo un insieme di motivazioni che palesano la mancata scarsa conoscenza da parte della Giunta - e dell'Assessore in particolare – della Vallagarina giacché, nell'illustrazione dell'argomentazione, ha dichiarato che è stata effettuata una verifica sull'entrata Nord-Sud di Rovereto dimenticando, forse perché l'Assessore conosce meglio la Valle di Fiemme, che Rovereto ha sì un'entrata Nord e un'entrata Sud, ma anche un'entrata Est-Ovest.

I veicoli che transitano entrando a Rovereto possono infatti raggiungere tanto le Valli del Leno, la Vallarsa, Terragnolo, Trambileno e appunto tutta la parte Est, oppure, attraversando l'Adige dalla parte della destra, raggiungere Isera e tutta la parte che va anche verso Mori. Detto questo, però, quello che maggiormente sconcerta è il contrasto – palese – fra quanto dichiarato in Aula dal citato l'Assessore alle infrastrutture Gilmozzi e le affermazioni espresse nell'Assemblea di Confcommercio tenutasi al Mart di Rovereto il 23 novembre scorso, dove l'Assessore allo sviluppo Olivi, per strappare qualche facile applauso, parlò esplicitamente della «tangenziale» come priorità per poi dar corso a una sorta di rettifica del giorno dopo, rilasciando ampia intervista alla stampa, facendosi così politicamente gioco della città stessa e delle sue legittime aspettative.

Quel che ne deriva è una confusione che attesta mancanza di progettualità e attenzione rispetto a problematicità vere della viabilità di Rovereto e della Vallagarina rispetto alle quali, dopo trent'anni di annunci e in particolare dopo l'ubriacatura di Metroland, non ci si può certo accontentare di chiacchiere sui pur importanti collegamenti Loppio-Busa. Sulla viabilità della Vallagarina è quindi chiaro che occorre una risposta serena ma ferma da parte di tutte le Amministrazioni locali perché è indegno che la Giunta provinciale - oscillando fra annunci ad hoc fatti per strappare applausi e successive smentite – continui, com'è da anni anzi politicamente da Legislature solita fare, in un atteggiamento irresponsabile del tutto sordo alle esigenze del territorio.

Passata la Festa (assemblea Confcommercio), gabbato lo Santo......

Chi è online

 138 visitatori e 1 utente online