Mer08122020

Last update03:14:03

Back Home News Rubriche Notizie di utilità sociale Risparmiare sulle bollette: l'importanza di leggere i contatori

Risparmiare sulle bollette: l'importanza di leggere i contatori

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Contatori per il consumo di energia elettricaTrento, 24 febbraio 2012. - Scrive il Prof. Luca Mercalli nel suo ultimo interessante libro su come vivere in un mondo con meno energia e meno risorse: "Chiedo spesso alle conferenze se qualcuno mi sa dire quanti chilowattora (kWh) di elettricità consuma ogni anno, quanti metri cubi di gas o d'acqua. Silenzio. I contatori delle cose più importanti che presiedono al nostro comfort, sono in genere nascosti in luoghi scomodi, bui e polverosi. Le unità di misura sono simboli sconosciuti, la fisica e la tecnologia che ci stanno dietro ancora di più. Resta solo la bolletta in euro; ... la si paga lamentandosi che tutto aumenta, e finisce lì. Nessuna connessione tra il denaro e i propri comportamenti (è sempre colpa del governo...), anche perché il tempo trascorso dall'utilizzo al pagamento ha cancellato la memoria...".

È davvero proprio così. In un'epoca in cui, vista la crisi che non dà tregua, per molti sarebbe estremamente importante conoscere e orientare i propri comportamenti rispetto all'uso delle risorse che presiedono ai nostri comfort, la conoscenza di importanti dati come il proprio consumo annuo di energia o del gas o dell'acqua è ancora tabù.

Anche nella quotidiana attività di consulenza e di informazione dispensata dal CRTCU in materia di energia e risparmio energetico, la mancanza presso molti utenti della conoscenza dei propri consumi di casa comporta di riflesso lo sperpero di molto denaro e finisce, anche per il versante delle bollette elettriche, del gas, dell'acqua, dei rifiuti per mettere in seria crisi i propri bilanci familiari.

Ecco allora qualche utile, e non scontato, consiglio:

nella lettura delle bollette dell'energia e del gas è utile controllare non solo l'importo da pagare (è ovvio!), bensì anche imparare a leggere anche i riquadri in cui sono riepilogate le cd. "letture" del contatore; l'importo della bolletta è, in definitiva, solo l'effetto, la conseguenza dei nostri consumi e non viceversa!

Almeno una volta al mese o ogni due mesi ci si può annotare direttamente le letture dal proprio contatore dell'energia e del gas; una volta all'anno (magari verso fine anno) si può fare anche la lettura del contatore dell'acqua.

Si ricorda che sia per l'elettricità che per il gas, i fornitori consentono la possibilità della cd. "autolettura", che consente fatturazioni più calibrate ai consumi di periodo e quindi più attendibili. È vero, da qualche tempo con i nuovi contatori telegestiti i venditori dovrebbero disporre di dati di lettura più attualizzati di una volta, ma come dimostrano anche recenti "salatissime" bollette della luce e del gas giunte a vari consumatori trentini, è bene non fidarsi troppo dei dati che altri ci comunicano. Meglio è "sapere" e tenersi ben annotate le proprie letture.

Conoscenza dei consumi significa concreta possibilità di risparmio: sapere se quotidianamente si consumano 6 kWh oppure 18 fa una bella differenza, non solo in termini di kWh, bensì di denaro che possiamo risparmiare! E ovviamente è molto importante anche conoscere esattamente il proprio consumo annuale, anche per poter confrontare le offerte dei venditori fra di loro (vedi il Trovaofferte sul sito dell'Autorità per l'energia elettrica ).

 

CRTCU Trento

Risparmiare sulle bollette: l'importanza di leggere i contatori

Chi è online

 118 visitatori online