Mer01272021

Last update03:55:55

Back Home News Rubriche Notizie di utilità sociale Tempi di magra per i piccoli risparmatori: sui depositi le imposte si mangiano i rendimenti

Tempi di magra per i piccoli risparmatori: sui depositi le imposte si mangiano i rendimenti

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Libretto risparmioTrento, 12 marzo 2013. - a cura del CRTCU di Trento

Il Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti, a fine febbraio, ha messo a confronto le attuali offerte di libretti e depositi a risparmio, liberi e vincolati di alcuni istituti e banche on line. Le notizie che emergono non sono molto incoraggianti.

Recenti interventi legislativi hanno modificato non poco le regole sulle imposte da applicare ai prodotti finanziari. Ai rendimenti dei prodotti viene applicata una ritenuta d'acconto del 20%. Per quanto riguarda invece l'imposta di bollo, per libretti di risparmio e conti correnti si pagano 34,20 euro all'anno (persone fisiche), nel caso in cui la giacenza media superi i 5.000 euro. Per i conti deposito, invece, nel 2012 si pagava lo 0,10% con un minimo di 34,20 euro ed un massimo del 1.200 euro, mentre nel 2013 si è passati allo 0,15% con il minimo di 34,20 euro senza limite massimo e indipendentemente dalla giacenza media, a conclusione del contratto o al 31.12 di ciascuna anno.

Il confronto in breve

Fra i prodotti liberi, in testa alla classifica, per un capitale investito di 10.000 euro, troviamo Rendimax Like di Banca Ifis (con 302,00 euro di rendimento), seguito da IWPower Deposito Special a Vista di IWBank (200,00 euro di rendimento). Per i depositi vincolati a 12 mesi ai primi posti troviamo Eurodeposit di PrivatBank (336,00 euro di rendimento), seguito da Si Conto! di Banca Sistema (304,00 euro di rendimento).

Il confronto inoltre è stato effettuato sui depositi per i minorenni, sia liberi che vincolati, dove è maggiore l'offerta di prodotti liberi. La più allettante è quella di Poste Italiane, ma attenzione perché le imposte sono a carico del cliente.

...specchio per le allodole....

Tassi creditori vantaggiosi per i consumatori solo per qualche mese! ....dopo un semestre i tassi creditori diminuiscono drasticamente (è il caso, ad esempio, della Cassa di Risparmio di Bolzano con il conto Depo Dolomiti Flex che parte con il tasso lordo del 3,25% applicato solo per i primi 60 giorni, per poi calare a 1,95% lordo dal 61 giorno), quindi consigliamo di consultate bene le condizioni economiche e fare attente valutazioni.

Attenzione a svincolare le somme in anticipo!

Da tenere in considerazione che per alcuni depositi vincolati, in caso di prelievi parziali o estinzione anticipata, i tassi di remunerazione calano drasticamente, anche fino a 0.

Tempi di magra per i piccoli risparmatori: sui depositi le imposte si mangiano i rendimenti

Chi è online

 812 visitatori online