Gio08132020

Last update09:32:37

Back Home News Rubriche Notizie di utilità sociale Manutenzione e prova fumi delle caldaie: obblighi, responsabilità e tempi

Manutenzione e prova fumi delle caldaie: obblighi, responsabilità e tempi

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

caldaieTrento, 3 dicembre 2013. - a cura del CRTCU di Trento

Sono in aumento le richieste di informazione sugli obblighi di manutenzione delle caldaie, soprattutto per sapere quali controlli fare e con quali scadenze, anche a fronte di alcune recenti novità normative nazionali. Per questo abbiamo cercato di riassumere le principali regole da seguire. Chi si deve preoccupare della manutenzione?

Responsabile della manutenzione dell'impianto termico è l'occupante dell'immobile (sia come proprietario che come inquilino o locatario o comodatario).

Per il caso di impianto termico centralizzato amministrato in condominio (quindi dove non si abbia un impianto termoautonomo) responsabile è l'amministratore.

Ogni quanto si deve fare il controllo della caldaia?

Le verifiche che periodicamente si devono effettuare sugli impianti termici si differenziano in due tipi: la manutenzione e il c.d. controllo dell'efficienza energetica (o prova fumi).

Il D.P.R. n. 74 del 2013 determina la periodicità della prova fumi, mentre la periodicità della manutenzione è fissata dal fabbricante e riportata nel libretto di istruzioni (normalmente ogni anno).

Il controllo di efficienza energetica (o prova fumi) per impianti alimentati a combustibile liquido o solido (gasolio, pellet, legna) deve essere effettuato ogni due anni mentre per quelli alimentati a gas (metano o gpl) ogni quattro.

Quanto costano gli interventi?

Il costo dell'intervento di manutenzione varia dai 60,00 € ai 90,00 €, mentre quello di efficienza energetica dai 40,00 € ai 50,00 €. C'è chi offre il pacchetto per effettuare entrambi gli interventi ad 80,00 € complessivi.

Si ricorda l'importanza del libretto di impianto: prima compilazione a cura dell'installatore, successivi aggiornamenti e compilazione allegati a cura del manutentore. L'occupante l'immobile deve controllare che il libretto venga debitamente compilato.

In che cosa consistono i controlli che fa la Provincia?

Per ulteriori informazioni si può consultare il sito dell'APRIE (Agenzia provinciale per le risorse idriche e l'energia) alla sezione "controllo impianti termici" (www.energia.provincia.tn.it).

La Provincia di Trento esegue ogni anno dei controlli sugli impianti termici allo scopo di mantenere elevati gli standard di efficienza energetica e sicurezza. I consumatori interessati ricevono con congruo anticipo una comunicazione scritta nella quale viene indicata data e ora prevista per il controllo che viene eseguito a titolo gratuito da un verificatore. Questi redige alla fine del controllo un rapporto di verifica e spiega al responsabile le eventuali anomalie riscontrate. Egli aggiorna anche il libretto di impianto o di centrale. Maggiori informazioni sui controlli sono contenute in un video on line al link: http://vimeo.com/75389574 .

Manutenzione e prova fumi delle caldaie: obblighi, responsabilità e tempi

Chi è online

 192 visitatori online