Dom08092020

Last update05:19:23

Back Home News Rubriche Versioni non Ufficiali La mano di San Vigilio

La mano di San Vigilio

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

San VigilioTrento, 13 luglio 2012. - di Chiara Mazzalai

Il sant'uomo stava fuggendo ormai da quasi una giornata intera. S'era recato, come già altre volte, a portare il Verbo di Dio tra gli infedeli che abitavano nella piana del Banale e nella Val Rendena, ma era stato accolto con forconi, zappe, bastoni e spade uscite da chissà dove.

Per fortuna Vigilio si muoveva sempre a cavallo, un bel destriero candido, veloce come il vento pomeridiano del Lago di Garda e forte come una montagna. Al primo sentore di vero pericolo, il Vescovo di Trento aveva girato il cavallo e s'era involato al galoppo sulla strada del ritorno, ma i pagani questa volta si erano messi sulle sue tracce. E lo avrebbero raggiunto, anche, all'altezza delle gole del Limarò, oppure sulle rive del sottostante lago di Toblino, se la mano di Dio non si fosse posata sul povero figliolo, salvandolo all'ultimo momento dalla rabbia di quei senza fede.

Ormai mancava poco all'arrivo in città: Vigilio incoraggiò il suo cavallo e scese a galoppo giù per un sentierino che precipitava in una forra profonda. Fino ad allora s'era sempre servito di un'altra strada, più lunga e più comoda e che costeggiava la montagna, ma quel giorno, aveva troppa fretta.

Eccolo laggiù! - urlarono alle sue spalle. - Forza, corriamo! Non ci può sfuggire...è nostro!

...doveva rischiare l'incognito per liberarsi dalla furia di quegli infedeli!

Oh mio Signore! - supplicò il Vescovo arrestando il destriero dinanzi a una parete rocciosa, che si alzava a picco sbarrandogli il cammino, - oh mio Signore, aiutami tu! Poi con calma scese da cavallo, appoggiò una mano alla roccia e... - "Apriti o cròzo che i Banai mi è addosso!"

La montagna come per miracolo, si aprì, permettendo al santo e al suo destriero di passare e di salvarsi dal pericolo di essere fatti a pezzi dagli inseguitori furibondi, che invece si erano bloccati come tante statue, atterriti da quello che avevano visto.

Ancor oggi il Bus de Vela conserva visibili le impronte della mano e del piede di S. Vigilio a mònito di chi rifiuta il dono della fede.

Chiara Mazzalai

La mano di San Vigilio

Chi è online

 188 visitatori online