Ven08142020

Last update08:09:23

Back Home News Trentino Libero Progetto Trentino Libero Giorgio Aita: 'IMU tassa ingiusta'

Giorgio Aita: 'IMU tassa ingiusta'

  • PDF
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 

Giorgio AitaRovereto, 22 marzo 2013. - Intervista a cura di Stefano Nucida

I lettori sanno della battaglia per il rimborso dell'Imu condotta da Trentino Libero. Mentre, in campagna elettorale la tassa sulla casa era l'argomento più importante e più dibattuto, dopo le elezioni nessuno più ne parla. A questo proposito abbiamo intervistato Giorgio Aita, Presidente della Confedilizia dei Comprensori della Vallagarina – Alto Garda e Ledro.

Domanda. Presidente, l'IMU è stato l'argomento principale della campagna elettorale. Ma poi a urne chiuse, l' IMU è stata riposta in un cassetto e nessuno più ne parla. Come mai questo silenzio?

Giorgio Aita. Perché molti giornalisti e commentatori radiotelevisivi sono condizionati dalla lobby della finanza. Si schierano per gli investimenti finanziari a danno degli investimenti sul mattone.

Domanda. Presidente, l'IMU è chiaramente una imposta patrimoniale, non prevista dalla costituzione che ammette solo la tassazione sul reddito prodotto con aliquota progressiva. Come mai il legislatore si espone così ripetutamente a rischi di incostituzionalità?

Giorgio Aita. Il legislatore ha poche preoccupazioni. Tra queste, la necessità di raccogliere denaro, con qualsiasi mezzo e poco gli importa del rispetto della costituzione. Nel corso degli anni ci sono state diverse sentenze del giudice costituzionale che hanno ribadito come i tributi devono esclusivamente colpire il reddito con aliquote progressive. Le cito le sentenza n. 159/1985 e la n. 128/1966, ad esempio.

Domanda. Presidente, l'eccessiva tassazione degli immobili (Iva e registro sull'acquisto, irpef, imposte ipotecarie e catastali, successioni e donazioni, e ora anche l'IMU) di fatto produce, sotto traccia, l'espropriazione della proprietà. Qual' è la sua opinione?

Giorgio Aita. Siamo sempre lì. La costituzione addirittura difende e tutela la proprietà privata, ritenendola un diritto fondamentale e anzi favorisce l'acquisto della proprietà della casa, come forma di risparmio popolare. Quasi l'80% delle famiglie vivono in una casa di proprietà. L'eccessiva tassazione, oltre a svalutare gli immobili, obbligano alla loro vendita, procurando guasti incredibili all'economia reale oltre a vanificare per molti i risparmi di una vita.

Domanda. Presidente, Trentino Libero ha lanciato una campagna contro l'IMU, non solo a parole. Infatti, non solo ha predisposto un modulo per il rimborso dell'IMU pagata nel corso del 2012 da presentare al Comune nel cui territorio insiste l'immobile, m a sta organizzando anche una consulenza e difesa gratuita nel caso della nascita di un contenzioso davanti alla commissione tributaria provinciale. E' a conoscenza dell'iniziativa.

Giorgio Aita. Conosco la vostra iniziativa, dalle colonne di Scacco Matto. Ho letto l'ottimo articolo di Claudio Taverna, a questo proposito. Anche Confedilizia è interessata a questo tema a difesa dei proprietari di casa. Ricordo a questo proposito che Confedilizia quest' anno festeggia i 130 anni dalla sua fondazione ed è presente in oltre 200 sedi sul territorio nazionale. Auspico che si possa unire gli sforzi per una comune battaglia contro l'IMU. Inoltre trasmetto il comunicato stampa * inviato in data 26 febbraio dal Ns. Presidente della Confedilizia avv. Corrado Sforza Fogliani. sul tema della tassazione ingiusta.

Grazie Presidente, per la sua disponibilità.

 

* Comunicato Stampa del 26 febbraio 2013

 

CONFEDILIZIA: IL PAESE SI E' RIVOLTATO CONTRO LA TASSAZIONE INGIUSTA

Il Presidente della Confedilizia, Corrado Sforza Fogliani, ha dichiarato: "Il Paese ha rifiutato il rigore praticamente a senso unico – sull'immobiliare, cioè – esercitato perché è il più comodo (gli immobili si vedono) ma anche il più iniquo (a carico di ogni immobile, agibile o non agibile). Il Paese, ancora, ha rifiutato la tassazione della proprietà diffusa (e il mantenimento dei privilegi di altre forme di investimento immobiliare) così come si è rifiutato di avallare una tassazione (oltretutto smodata) patrimoniale, che prescinde dal reddito del bene inciso. In questo senso, gli italiani hanno dimostrato di condividere il civile principio stabilito dalla Corte costituzionale tedesca, secondo il quale un bene non può essere tassato se non produce reddito, o oltre il reddito che produce. L'Italia, insomma, si è rivoltata contro l'ingiustizia di una tassazione che salva i mandarini dagli alti stipendi  (gli stessi che predicano di tassare gli immobili) o, comunque, dagli alti compensi, costringendo altri a ricorrere ai risparmi perché colpevoli di possedere una casa o di concorrere con beni affittati – anche in presenza di una crescente marea di canoni non corrisposti – a risolvere i problemi determinati dall'emergenza sociale. In molti, per questo, si sono rivolti all'antipolitica. L'indirizzo di alte tasse ed alta spesa pubblica ha subìto una significativa sconfitta".

Roma, 26 febbraio 2013

 

CONFEDERAZIONE ITALIANA PROPRIETA' EDILIZIA

00187 ROMA · Via Borgognona, 47 · Tel. 06.679.34.89 (r.a.) - 06.699.42.495 (r.a.) · Fax 06.679.34.47 - 06.679.60.51 www.confedilizia.it  www.confedilizia.eu 

Componente per l'Italia della UNION INTERNATIONALE PROPRIÉTÉ IMMOBILIÈRE

Giorgio Aita: 'IMU tassa ingiusta'

Chi è online

 121 visitatori online