Ven12132019

Last update11:36:31

Back Magazine Magazine

Magazine

UE: Ennesima stangata per gli autotrasportatori

  • PDF

AutotrenoStrasburgo, 19 aprile 2012. - "E' assolutamente inaccettabile la proposta della Commissione UE che punta a un inasprimento della tassazione sui carburanti prevedendo, tra l'altro, l'eliminazione di alcune agevolazioni attualmente in vigore per il gasolio destinato ad uso commerciale". Con queste parole l'europarlamentare della Lega Nord Mara Bizzotto commenta l'approvazione da parte del Parlamento Europeo, riunito in sessione Plenaria a Strasburgo, di una relazione sulla modifica della direttiva 2003/96/CE che ristruttura il quadro comunitario per la tassazione dei prodotti energetici e dell'elettricità.

Focus sui conti deposito: caratteristiche e vantaggi

  • PDF

conto depositoTrento, 16 aprile 2102. - Un conto deposito è un particolare tipo di conto corrente che permette di ricavare interessi elevati sul patrimonio depositato. In genere i conti deposito non hanno costi di gestione e prevedono l'applicazione di un tasso di interesse di molto superiore a quello applicato ai conti correnti tradizionali. Per aprire un conto deposito, il sottoscrittore deve necessariamente avere già un conto corrente tradizionale presso lo stesso istituto di credito, detto "conto d'appoggio" al quale devono essere collegate le operazioni da e verso il conto deposito.

 

Esodati, facciamo la conta!

  • PDF

Mario Monti e Elsa ForneroTrento, 18 aprile 2012. - Dopo i numeri forniti dalla Fornero e dall'Inps (tutti qui stanno veramente dando i numeri), è partita oggi una interessante iniziativa per "fare piena luce" su quanti veramente sono gli esodati in Italia. Per chi non lo sapesse, lo ripetiamo. Gli esodati sono i lavoratori prossimi alla pensione che utilizzando le norme in vigore, si sono dimessi dal lavoro, approfittando anche di incentivi aziendali. Purtroppo questi lavoratori hanno fatto i conti senza l'oste, perché contemporaneamente  governo e parlamento hanno innalzato l'età della pensione, e ora si trovano senza lavoro e senza pensione.

Volentieri, diamo notizia di questa iniziativa che è un censimento "dal basso" per conoscere numeri e storie, degli esodati e ne pubblichiamo il comunicato che ci è stato inviato. Parte oggi ufficialmente sul sito http://esodati.hopto.org, un censimento analitico e spontaneo di tutte le persone coinvolte per raccogliere i dati degli esodati, dopo i "numeri" dei giorni scorsi.

Islanda, la rivoluzione silenziosa

  • PDF

Islanda: paesaggioTrento, 17 aprile 2012. - Trentino Libero  pubblica un  aritcolo dal titolo emblematico "Islanda, quando il popolo sconfigge l'economia globale". Invitiamo i lettori ad una attenta lettura perché viene dimostrato come si può e si deve "risanara" lo Stato dal debito pubblico, senza dissanguare i i popoli con tasse e balzelli. Morale:  chi sbglia paga! Non solo, i popoli hnno diritto ad esercitare la loro sovranità, compresa quella monetaria.

"L'Islanda, nota alla cronaca per vulcani dai nomi impronunciabili, ha dato il via ad un'eruzione ben più significativa, seppur molto meno conosciuta. Un'esplosione democratica che terrorizza i poteri economici e le banche di tutto il mondo, che porta con se messaggi rivoluzionari: di democrazia diretta, autodeterminazione finanziaria, annullamento del sistema del debito. 15 anni di crescita economica avevano fatto dell'Islanda uno dei paesi più ricchi del mondo. Ma su quali basi poggiava questa ricchezza? Il modello di "neoliberismo puro"  applicato nel paese che ne aveva consentito il rapido sviluppo avrebbe ben presto presentato il conto. Nel 2003 tutte le banche del paese erano state privatizzate completamente. Da allora esse avevano fatto di tutto per attirare gli investimenti stranieri, adottando la tecnica dei conti online, che riducevano al minimo i costi di gestione e permettevano di applicare tassi di interesse piuttosto alti. IceSave, si chiamava il conto, una sorta del nostrano Conto Arancio. Moltissimi stranieri, soprattutto inglesi e olandesi vi avevano depositato i propri risparmi.

Abusivismo e contraffazione: i prodotti falsi fanno danni veri!

  • PDF

Gianni Gravante durante il suo intervento all'Auditorium della Camera di Commercio di PerugiaGianni Gravante durante il suo interventoTrento, 17 aprile 2012. - Questo il titolo del convegno organizzato a Perugia venerdì 13 aprile scorso dalla Confesercenti in collaborazione con Confindustria, Confcommercio ed Artigianato. Presso la Camera di commercio della nota città Umbra si sono confrontate le diverse scuole di pensiero sul tema di estrema importanza per il mondo produttivo, commerciale ed istituzionale. Nutrita la partecipazione, arricchita dalla presenza di centinai di ragazzi di tutte le scuole della regione convenuti in occasione dell'evento.

Chi è online

 152 visitatori online