Mar12012020

Last update09:35:03

Back Magazine Magazine Attualità Italian Lives Matter

Italian Lives Matter

  • PDF
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 

Associazione Universal, diritto-salute-lavoro di Trento prende posizione su Covid e migrazione fuori controllo

Trento, 12 luglio 2020. - di Damiano Luchi

Le tensioni sociali e le problematiche emerse dalle numerose istanze degli associati, simpatizzanti e dei cittadini non possono continuamente cadere nel vuoto completamente inascoltate.

L'associazione "Universal, diritto-salute-lavoro" di Trento, attenta ai temi sanitari, fiscali e gius-lavoristici chiede alle Istituzioni di fare chiarezza prima che la situazione diventi ancora più esplosiva. Si temono ripercussioni economiche e sociali di portata molto elevata.

Non prendere parte da statuto ai dibattiti politici ed avere neutralità non significa non poter evidenziare delle problematiche che stanno diventando insostenibili.

Per il rischio covid-19 si sono sacrificate con senso di responsabilità molte libertà e le vite di tutti sono cambiate.

Ora che il Governo pensa di estendere con nuovi DPCM le misure restrittive per la cittadinanza vi è una parte di politica che non vuole prendere coscienza che in questa situazione non può perdurare il fenomeno migratorio ed è dovere di uno Stato serio porre dei limiti e far rispettare delle regole.

Proprio in una situazione del genere dove già le elezioni sono state rimandate è indispensabile poter votare ed esercitare i proprio diritti e non viceversa!

Infatti è attualissima la notizia che dei 70 migranti, tutti maschi e di nazionalità pakistana, sbarcati Roccella Jonica in provincia di Reggio Calabria, 28 sono risultati positivi al tampone per il coronavirus. I migranti erano stati avvistati venerdì sera a bordo di un'imbarcazione a largo di Caulonia e sono stati trasportati fino al porto con una motovedetta.

Se costoro entrano sul territorio nazionale il Governo ha delle responsabilità. L'economia è in ginocchio e per l'autunno si aspetta una vera batosta, che lo stesso impegno usato nel bloccare e controllare gli spostamenti di turisti e lavoratori italiani venga applicato anche al fenomeno migratorio!

L'associazione sta pianificando una raccolta firme ed invita i propri associati a farsi sentire in ogni sede Istituzionale. Si chiede il voto e le libertà costituzionali, già gravemente compromesse!

Sul sito della Camera si legge chiaramente che: " Per garantire l'accoglienza dei migranti ed assicurare la tutela della loro salute a causa dell'emergenza epidemiologica sono state adottate diverse misure quali la proroga dei progetti di accoglienza dei comuni, la possibilità di ospitare i migranti nei centri in deroga alle disposizioni vigenti, la proroga della validità dei permessi di soggiorno. Sono state, inoltre, potenziate le misure di screening e di sicurezza sanitaria nei centri di permanenza per il rimpatrio e negli insediamenti spontanei dei lavoratori agricoli. Dal 1° giugno 2020 ha preso avvio la procedura di regolarizzazione di lavoratori irregolari impiegati in agricoltura, lavori domestici e cura della persona. Le domande possono essere presentate fino al 15 agosto 2020."

I cittadini italiani non possono essere considerati solo dei contribuenti e sudditi, hanno diritto di votare e non essere considerati di serie B.

Per maggiori informazioni questa la pagina dell'associazione https://www.facebook.com/DirittoSaluteLavoro

L'Associazione Universal, diritto-salute-lavoro invita ad inoltrare solleciti a mezzo posta ed e-mail al Ministero del Lavoro ed al Ministero dell' Interno per sensibilizzare con forza un cambiamento delle posizioni assunte.

Italian Lives Matter

Chi è online

 358 visitatori e 1 utente online