Lettera aperta ai “Magnifici” 12

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Trento, 30 marzo 2021. – di Claudio Taverna

Stimati consiglieri, rovistando negli atti del Consiglio, mi sono soffermato sulla proposta di risoluzione n. 75, collegata alla comunicazione della Giunta n. 33/XVI, sul problema del "femminicidio e della violenza in genere".

Il documento, richiamando leggi, risoluzioni, dichiarazioni, fa appello alla giunta provinciale affinché incrementi le risorse finanziarie "per promuovere campagne di comunicazione sociale volte a limitare l'impatto dei conflitti e delle emergenze sociali sul territorio provinciale" intensificando "le misure di comunicazione sociale avviate dalla Provincia tramite le piccole emittenti radiofoniche e televisive locali per favorire lo sviluppo di una cultura ispirata al principio della parità nei rapporti tra uomo e donna e a canoni di linguaggio rispettosi e non violenti".

Bene, bravi, bis.....

Tuttavia è paradossale che chi vuol combattere le discriminazioni, perché anche quelle sono violenza, fa esso stesso discriminazioni..........

Ai 12 apostoli della lotta alle discriminazioni ricordiamo che un'efficace sistema di informazione è rappresentato dalla comunicazione online e non solo dalla radiotelevisiva. Se ci si limitasse a "sponsorizzare" solo quest'ultima, non solo non si garantirebbe la pluralità della comunicazione, ma si opererebbe una palese discriminazione.

Ai consiglieri Alex Marini, Ugo Rossi, Paola Demagri, Michele Dallapiccola, Paolo Zanella, Lucia Coppola, Sara Ferrari, Giorgio Tonini, Luca Zeni, Manica Alessio, Filippo Degasperi, Pietro De Godenz, firmatari della risoluzione, che so essere imparziali e pluralisti, suggerisco di modificare il dispositivo della loro proposta, includendo tra gli strumenti di informazione anche la comunicazione online.

Infine, assicuro che il quotidiano che dirigo si impegnerà, nella campagna di sensibilizzazione, gratuitamente.

Lettera aperta ai “Magnifici” 12