Lun05102021

Last update01:47:34

Back Magazine Magazine Attualità Il mondo inesistente di Dorigatti

Il mondo inesistente di Dorigatti

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Trento, 8 aprile 2021. -di Giannantonio Radice

Quando alla sinistra mancano argomenti politici degni di questo nome (e quindi spesso, ormai da molti anni), quando la sinistra è attraversata da un senso di imbarazzo e frustrazione, quando la sinistra è chiamata a rispondere a politiche e a risultati fallimentari, il ricorso al vecchio slogan dell'imminente pericolo dell'invasione fascista, è un "must" doveroso e irrinunciabile; una sorta di riflesso condizionato.

Sembra, per questi incrollabili sostenitori del "tua culpa", che rappresenti una sorta di ancora di salvezza, uno spauracchio da far aleggiare destinato a rincuorare i "compagni" alla ricerca disperata di recuperare qualche posizione e consenso. Gli oltre settant'anni trascorsi dalla tragica esperienza fascista, la mancanza di riscontri oggettivi riconducibili al pericolo paventato, la semplice denuncia di problemi reali che per questo motivo ha successo e che prontamente viene etichettato con termini dispregiativi da slogan, non trovano spazio in un contesto di autocritica che, chi si lamenta e denuncia, dovrebbe avere sempre ben presente. Tale atteggiamento, temo, è figlio di una sballata convinzione che rappresenta un pessimo e atavico difetto: quello dell'auto promozione di depositario di una superiorità intellettuale in dispregio di chi la pensa in altro modo e persegue in via alternativa il proprio disegno politico.

Che ciascuno, dunque, mantenga, se lo crede, le proprie convinzioni, ma lasci questi luoghi comuni che appartengo ormai ad un passato disgraziato ma ormai inesistente anche perché sarebbe troppo facile ribaltare le accuse contro una sinistra che in passato molto più recente per togliere di mezzo il principale avversario ha favorito e permesso che si consumassero metodi e sistemi che non hanno nulla da imparare da quelli che Bruno Dorigatti vorrebbe farci credere come esistenti dietro l'angolo.

Il mondo inesistente di Dorigatti

Chi è online

 232 visitatori online