Mar09272022

Last update03:41:39

Back Magazine Magazine Attualità Ciclotimia acuta: sintomi e cura

Ciclotimia acuta: sintomi e cura

  • PDF
Valutazione attuale: / 22
ScarsoOttimo 

Monselice, 23 giugno 2023. - di Adalberto de' Bartolomeis

Sono anni che la politica nazionale è arrivata ad essere devastante in seno al Parlamento italiano, ma purtroppo lo è, altrettanto, stratificata in lungo ed in largo, in tutto il territorio e soffre semplicemente di bipolarismo.

Purtroppo non se ne rendono nemmeno conto; temo che molti siano affetti da ciclotimia acuta, ovvero alternanza a stati di euforia e stati di vera e propria depressione e perciò disturbi della mente, con passaggi rapidissimi di esultanze e forti irritazioni ed intolleranze.

Insomma, mi dispiace scriverlo, ma qualcuno lo deve pure dire: dalle pacche sulle spalle, ai nuovi usi di far capire che, prima vanno d'accordo con l'intesa nel mostrarsi in pubblico e farsi vedere che, a mano chiusa, ammiccano al pugno di intesa o di saluto, perché le attuali condizioni non permettono più il riabbracciarsi, non sia mai; poi finiscono per arroventarsi e sprigionare, di colpo, un astio covato dentro e chissà da quanto!

Quindi mostrano disprezzo che a volte non riesce ad essere più cortese, non rendendosi nemmeno conto che così non solo non riescono più a contenere atteggiamenti compulsivi, ma non salvano nemmeno la propria faccia. Ci sono perciò seri problemi in questa categoria sociale di persone. Sono talmente seri che quasi mi viene da pensare che lo facciano, pure, apposta, per screditarsi, intanto loro, ma altrettanto tutto ciò che purtroppo esce dalle loro bocche, tra dichiarazioni da basso profilo educativo, in prim'ordine, poi, da vero e proprio scasso culturale, il cui livello è come l'attuale secca del fiume Po. Triste, ma è così. Questi sono i sintomi, conseguiti da "diagnosi".

La cura? Non bastano i psicofarmaci o un esercito di psicoterapeuti. Non sono sufficienti. Devono andare via e non esito a dire: tutti. La democrazia rappresentativa necessita di altre persone, altrimenti è la fine.

È mia opinione affermare che nelle condizioni brutte in cui non si trova soltanto il popolo italiano, ma un'ampissima comunità internazionale ci vorrebbe ricerca del buon senso, pacatezza e moderazione dei toni, del linguaggio, della forma, che è anche decoro, ma anche rispetto verso chi, poi, finisce per giudicare e provare disgusto per la politica in generale. È tanto triste, ma siamo tutti figli del nostro tempo. Che desolazione, intanto!

Ciclotimia acuta: sintomi e cura

Chi è online

 444 visitatori online