Kebab: storia ed origini dello street food inventato a Berlino

Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Trento, 7 settembre 2018. - Redazione

Negli ultimi anni, il kebab, emblema della cucina araba, ha conquistato sempre di più il palato degli occidentali. Universalmente apprezzato da grandi e ragazzini senza distinzione di età, sesso e nazionalità, il Doner kebab sazia, è economico e stimola la creatività culinaria di chi lo prepara e di chi lo consuma.

Infatti, non è difficile imbrattarsi di salse, yoghurt o di pezzettini di carne che "straripano" dall'amato panino arabo o piadina. Del kebab si è sentito dire di tutto: dai potenziali danni cagionati dai grassi saturi alla dubbia provenienza della carne macellata. La vera curiosità che non tutti conoscono è che questo piatto, emblema dello street food, nella versione Döner (ovvero come panino), è nato a Berlino. Scopriamo in questa guida le origini e la storia del Doner Kebab inventato a Berlino.

Doner Kebab: alla scoperta delle vere origini

Tutti lo conoscono, tutti ne sparlano, tutti lo mangiano ... ma non tutti sanno che il Doner Kebab è un piatto Made in Berlino. Sì, hai capito proprio bene. Il famoso emblema dello street food ha origini tedesche e non arabe, come puoi pensare. Il nome del suo fondatore? Kadir Nurman, immigrato turco in Germania, ha introdotto il celebre metodo di cottura utilizzando la tipica griglia verticale rotante. Il metodo non è mai stato brevettato.
Deceduto nel 2013, all'età di 80 anni, Kadir Nurman, da quando aveva 26 anni si era trasferito a Berlino e, proprio qui, aveva dato origine al famoso Döner kebab.
Erano gli anni '70 quando Kadir serviva nella sua tavola calda un antico piatto tipico della tradizione mediorientale, fatto di piccoli pezzi di manzo, pollo o agnello, condite con spezie e salse varie.
Nulla di nuovo sembrerebbe, ma la vera novità e invenzione introdotta da Kadir, sta proprio nel metodo di cottura.

Metodo di preparazione Doner Kebab: il grill verticale elettrico

La novità di Nurman sta proprio nella preparazione del Doner Kebab, che consiste nel fare ruotare il rotolo di carne su un grill verticale elettrico per usarla per farcire un panino. Ben si comprende l'etimologia dell'espressione "Doner Kebab" che utilizziamo quotidianamente.
Tradotto letteralmente l'espressione significa "kebab che ruota e gira". Inoltre, molto apprezzata dai consumatori è la comodità di consumarlo mentre si cammina. Basta avvolgere la carne, gli ortaggi, le spezie e le salse nel panino o in una piadina (senza lievito), una "spennellata" di yoghurt greco e ... l'appetito vien mangiando.
Anche se pensiamo che sia una piadina, le fettine di carne sono "avvolte" nel Yufka, a metà strada tra l'arabo e la piadina.

Ricetta "classica" del Doner Kebab

Gli ingredienti per preparare la ricetta classica del Döner Kebab ("kebap" in turco) sono:

pezzi di carne (di agnello, manzo o pollo anche mescolati tra loro in proporzioni diverse),

• insalata,

• Hummus,

• salsa harissa piccante,

• pomodoro,

• cipolla,

• salsa allo yogurt.

In Occidente, la ricetta è stata "rivisitata" ed arricchita con altri squisiti ingredienti, tra cui le patatine fritte.

Oggi il Kebab è il "re" dello street food e il suo costo in media si aggira sui 4 euro.

Kebab: storia ed origini dello street food inventato a Berlino