Mer09302020

Last update01:51:05

Back Magazine Magazine Energia ed Ecologia Niente più sprechi in casa: tre buone abitudini da adottare

Niente più sprechi in casa: tre buone abitudini da adottare

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Trento, 3 agosto 2020. - Redazione

Ognuno nel suo piccolo è responsabile di molti degli sprechi che avvengono ogni giorno nel mondo. Per riuscire a diminuire in maniera sostanziale il danno futuro, basterà cambiare le attuali abitudini, creandone di nuove da portare avanti giorno per giorno.

Evitare la dispersione della plastica

Partiamo con il dire che solo in Italia sono 11 miliardi le bottiglie utilizzate in un anno. Di queste ben l'84% è in plastica, che spesso viene dispersa nell'ambiente, il più delle volte in mare, ingoiata dallo stesso pesce che poi mangiamo. Ad oggi infatti ammonta a solo il 16% l'utilizzo delle bottiglie in vetro e di queste appena l'8/10% è vuoto a rendere. Una bottiglia di vetro infatti, dopo essere stata lavata e sterilizzata, può essere riutilizzata per altre 30 volte. Ma mentre in tutto il Nord Europa il vuoto a rendere rappresenta ormai il 70% del mercato, in Italia questa prassi non ha ancora preso piede, rimanendo ancorata a un'esigua minoranza di consumatori. È poi bene ricordare che l'acqua di quasi tutto il paese è di buona qualità. Molte famiglie infatti non sanno che i controlli imposti sull'acqua del proprio rubinetto di casa sono molto più serrati di quelli per le acque minerali in bottiglia. Inutile dire che se tutti prendessero l'abitudine di consumare l'acqua del rubinetto, una quantità considerevole dell'enorme dispendio attuale sarebbe ridotta.

Evitare sprechi di gas ed elettricità

Un altro spreco da mettere alla gogna è quello della corrente e del gas. Per ridurne il dispendio innanzitutto è necessario sapere che il forno a microonde consuma circa la metà di un forno tradizionale. Quest'ultimo infatti ha tempi di cottura decisamente più lunghi, quindi sarà opportuno ricorrere al microonde ogni volta possibile. Non solo quindi un vero e proprio minor consumo, ma anche la possibilità di un risparmio economico, che aumenta se nel mercato libero si sceglie la migliore tariffa di gas e luce proposta da fornitori come Wekiwi ad esempio, che si trova ai primi posti nelle graduatorie dei comparatori online. Un altro suggerimento per evitare un eccessivo dispendio energetico è poi quello inerente il corretto utilizzo del forno elettrico. È opportuno in tal senso scegliere un modello ventilato, in grado di garantire una cottura più veloce dei cibi. Per quanto possibile è poi consigliabile sia evitare il preriscaldamento, che ricordarsi di spegnere l'apparecchio prima di terminare la cottura degli alimenti, in modo da sfruttare il calore residuo.

Provare i prodotti sfusi

C'è poi un nuovo trend di acquisto che sta piano piano prendendo piede, che è quello del comprare i prodotti sfusi. Niente tetrapak, niente plastica e niente carta, ma un solo contenitore che viene di volta in volta riempito. Comprare sfuso è sicuramente la scelta più ecologica: basta pensare a quante volte occorre svuotare il secchio della plastica, per capire quale emergenza creino gli innumerevoli involucri che rivestono gli alimenti e i prodotti per la casa. In molti si sono chiesti perché creare tanta spazzatura quando la soluzione al problema è semplicemente quella del riuso. Anche questa pratica non va solo a ridurre solo gli sprechi, ma abbassa pure i costi, facendo risparmiare non poco il consumatore finale che ottiene così un duplice vantaggio.

Niente più sprechi in casa: tre buone abitudini da adottare

Chi è online

 209 visitatori online