Mar03312020

Last update04:03:52

Back Magazine Magazine Economia ed Esteri La (in)giustizia fiscale italiana: parola d’ordine 'tosare' i poveri

La (in)giustizia fiscale italiana: parola d’ordine 'tosare' i poveri

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Slot machineTrento, 20 febbraio 2013.Redazione

Caso clamoroso quello dei gestori delle slot-machine. Mentre la mano pesante dello Stato cade sulle spalle degli italiani con Imu, Iva, accise. Irpef, Irap ecc. ecc. per drenare denaro spesso dissipato con sprechi, spese inutili, regalie a mezzo mondo, i gestori delle slot-machine si arricchiscono con il gioco d'azzardo e non pagano le tasse.

Costoro hanno accumulato un debito verso il fisco di 89 miliardi di euro, sanzioni comprese. Poi, mentre Equitalia "spara a zero" nei confronti dei contribuenti, ecco il maxisconto dello Stato che si accontenta di 2,5 miliardi di euro. Ma i gestori dello slot-machine, nemmeno questo vogliono pagare. Il bello è che nessuno ne vuol parlare.

La (in)giustizia fiscale italiana: parola d’ordine 'tosare' i poveri

Chi è online

 209 visitatori online