Lungo la Via Lattea: venerdì 24 settembre (ore 15.30)

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Trento, 22 settembre 2021. - Redazione

Prosegue l'interessante cammino lungo la Via Lattea, percorso complesso che si snoda attraverso una pluralità di competenze volte a capire il mondo dell'allattamento materno, fatto di cure e culture.

È una fitta trama attraverso secoli di Storia in cui i protagonisti sono sempre madre e bambino, nella cornice di un universo dinamico in cui il perenne invisibile fil rouge che li lega indissolubilmente subisce i mutamenti sociali ed economici del tempo di vita, in contesti geopolitici permeati dalla cultura del posto e da disparati eventi in cui i più fragili subiscono i risvolti negativi senza difesa alcuna.

Nei secoli i nuovi nati degli umani hanno dimostrato tutta la loro impotenza di fronte alla miseria senza tempo, alla malattia: difesi solo dalla sacralità attribuita all'evento nascita in tutte le religioni, più che dalle leggi degli uomini e dalle organizzazioni assistenziali.

Il progredire della scienza si è posto in vario modo a difesa della vita, ma certamente la -sconfinata- iconografia cristiana ha avuto un ruolo da protagonista, esaltata dallo sviluppo delle arti nella cultura dell'occidente cristiano.

Le Madonne del latte rappresentano una devozione ininterrotta attraverso i secoli, che non è scomparsa neppure dopo le interdizioni poste dal Concilio di Trento a questo culto: perché il desiderio di maternità va oltre ogni umana considerazione.

Lungo la Via Lattea: venerdì 24 settembre (ore 15.30)