Dom12042022

Last update05:38:14

Back Magazine Magazine Eventi Feste d’autunno delle Pro Loco nel nome dei sapori tipici e della scoperta delle antiche tradizioni

Feste d’autunno delle Pro Loco nel nome dei sapori tipici e della scoperta delle antiche tradizioni

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Due gli appuntamenti assolutamente da non perdere: la Festa della Pera a Vattaro (1° ottobre) e la manifestazione Antiche Terre a Zambana Vecchia (8-9 ottobre), che ci portano alla scoperta delle eccellenze eno-gastronomiche di stagione e di attività e tradizioni del passato

Trento, 28 settembre 2022. - Redazione*

Tornano le tanto attese manifestazioni autunnali delle Pro Loco dedicate ai prodotti d'eccellenza di stagione, in grado di richiamare moltissimi visitatori, anche da fuori regione. Due di queste manifestazioni sono state presentate questa mattina in conferenza stampa presso la Federazione delle Pro Loco: si tratta della Festa della Pera organizzata dalla Pro Loco di Vattaro, e di Antiche Terre, che vede la collaborazione delle Pro Loco di Nave San Rocco e Zambana.

La Festa della Pera

Sabato 1° ottobre va in scena la 15° edizione della Festa della Pera di Vattaro, organizzata dalla Pro Loco di Vattaro, dedicata al frutto simbolo della tradizione agricola della Vigolana.
La manifestazione, che nasce da uno stretto lavoro di rete con le altre associazioni locali e le aziende agricole del posto, porta i partecipanti alla scoperta della pera, frutto prezioso e versatile ma anche del suo territorio con le sue tradizioni, il suo dolce paesaggio e i suoi sapori tipici.

Non solo degustazioni del dolce simbolo della festa, la "Torta de Peri", dal tradizionale sapore casalingo, ma sono tanti però gli appuntamenti da non perdere. Per tutto il giorno Vattaro sarà animata dal mercatino con hobbisti, artigiani e aziende agricole della zona e, tra una bancarella e l'altra, ci sarà anche la possibilità di conoscere le antiche varietà di pera in una mostra dedicata. Spazio inoltre alle uscite alla scoperta del territorio e delle coltivazioni di peri con il curioso trekking Di pero in pero, all'animazione per bambini e alla musica dal vivo.

Tra le novità di quest'anno abbiamo il ritorno della manifestazione nel centro storico del paese e la gastronomia con la pera come protagonista: ovviamente la torta di peri, ma anche altri piatti che valorizzano al meglio questo prodotto, come gli gnocchi e le crepes.

Le dichiarazioni

Monica Viola, presidente della Federazione trentina Pro Loco: "La Festa della Pera non solo fa conoscere un prodotto speciale per Vattaro, la pera, ma ha un ruolo importante nel promuovere la socialità del territorio e nel far vivere la comunità."

Andrea Facchini, presidente della Pro Loco Vattaro: " La Festa è nata 15 anni fa da una tradizione fortemente sentita a Vattaro. Il giorno della Madonna del Rosario, la prima domenica di ottobre, i coscritti del paese portavano in processione la statua della Madonna; per quell'occasione le signore preparavano il nostro dolce tipico, la torta di peri, che poi tutti i presenti assaggiavano. La Festa della Pera vuole essere una celebrazione di questo nostro prodotto tipico: oltre a poterlo degustare nei piatti del menù, sarà il protagonista della mostra dedicata alle sue antiche varietà. Abbiamo inoltre organizzato un trekking speciale, che porterà i partecipanti a visitare i campi di peri, abbandonati fino a una decina di anni fa e a conoscere le piante delle antiche varietà, utilizzate un tempo per delimitare i campi."

Michela Pacchielat, Vicensindaco e Assessore al Turismo del Comune di Altopiano della Vigolana: "La Festa della Pera è solo una delle manifestazioni dedicate alla valorizzazione dei prodotti del territorio: ci sono anche quelle dedicate alla patata e alla castagna. Questo evento rappresenta per la comunità un ritorno alla normalità e alla socialità negate dal Covid. La gente ha voglia di stare assieme: dobbiamo ringraziare davvero le Pro Loco che si impegnano molto nel creare questi momenti di aggregazione."

Antiche Terre

Il festival gastronomico-culturale Antiche Terre ( 8 e 9 ottobre, Zambana Vecchia), giunto alla sua terza edizione, nasce dalla collaborazione tra le Pro Loco di Nave San Rocco e Zambana, ed è stato pensato dagli organizzatori come strumento per promuovere il valore della collaborazione e della sinergia tra le associazioni del territorio.
La manifestazione proporrà un viaggio nel tempo, che in questa edizione porterà i partecipanti nel 1945, confrontando il clima di una comunità che usciva dalla seconda guerra mondiale con quanto sta vivendo la nostra società, dopo il periodo della pandemia. Un viaggio che condurrà alla scoperta delle tradizioni contadine locali attraverso il gusto, i sapori e i saperi, per trarre dal passato gli spunti per un futuro economico, turistico ma soprattutto di benessere sociale.
Lungo le vie dello storico borgo di Zambana Vecchia figuranti in costume riporteranno in vita le usanze del passato, le attività artigiane, agricole e la piccola imprenditoria, che nel tempo hanno fatto crescere le due comunità di Zambana e Nave San Rocco.

Molte le novità di questa edizione: il carro dei coscritti, il laboratorio del casaro per i più piccoli, le mostre filateliche, la caneva dell'alambicco per la degustazione delle grappe.
Si darà il via alla festa sabato 8 ottobre con la sfilata del carro dei coscritti di Terre d'Adige, una delle novità di questa edizione, i Coscritti apriranno di fatto la manifestazione con la loro allegria, rumore e voglia di stare insieme, accompagnati dai suoni della Centenaria Banda Sociale di Zambana e dalla The Nautilus Band di Nave san Rocco.

Domenica 9 ottobre, grazie al lavoro di decine e decine di volontari, il borgo si riempirà di colore, musica e sapori con un intenso programma di attività. A partire dalle 10.00,dopo la S.Messa celebrata nella antica Pieve, le vie del Paese si animeranno con la Mostra Mercato Agricolo e Artigiano, un susseguirsi di degustazioni di piatti e di bicchieri della tradizione trentina negli spazi dedicati e curati delle associazioni locali, mostre di fotografie e cartoline d'epoca, esposizioni di antiche attrezzature agricole e dimostrazioni di vecchi mestieri, attività per bambini con uno speciale laboratorio caseario e i giochi di una volta, musica dal vivo e piccoli concerti itineranti. La Castagnata in piazza con il concerto del Centenario della Banda Sociale di Zambana saluteranno questa edizione.

Le dichiarazioni

Il direttore della Federazione Pro Loco, Ivo Povinelli, in apertura di conferenza, ha sottolineato come l'autunno stia diventando un periodo molto importante per le manifestazioni, un periodo che permette alle Pro Loco di lavorare non solo sui prodotti, ma anche di inserire iniziative culturali e di sviluppo del senso di comunità.

Monica Viola, presidente delle Pro Loco di Zambana: "In questa terza edizione di Antiche Terre abbiamo voluto più che mai adoperare il passato come incentivo per volgere lo sguardo al futuro, ponendo a confronto due periodi storici segnati dalla voglia di ripartire e trovare nuove energie. Come sempre l'evento è reso possibile grazie alla grande disponibilità dell'amministrazione comunale che ci permette di usufruire di un intero borgo, ma anche dei privati che aprono i loro giardini e le loro corti, del Consorzio Turistico Piana Rotaliana Koenigsberg che ci supporta. La volontà di fare rete tra noi Pro Loco si è trasformata anche in una capacità di fare rete con tutte le realtà del territorio."

Renato Tasin, Sindaco di Terre d'Adige: "Antiche Terre è un evento giovane ma a cui teniamo molto perchè dimostra come sia possibile lavorare sulla costruzione di senso di comunità attraverso un evento e attraverso il volontariato. E' inoltre un evento che ha dato forte impulso alla rinascita del borgo.

Rosa Roncador, Direttrice Consorzio Turistico Piana Rotaliana Königsberg: "Manifestazioni come questa, che hanno la capacità di mettere in dialogo tradizioni e presente, sono vitali per creare l'identità di un luogo. Grazie quindi alle Pro Loco che in questo sono uniche: solo persone che operano volontariamente riescono a trasferire tanta energia nell'organizzazione di un'iniziativa".

Paolo Stenico, presidente delle Pro Loco di Nave San Rocco: "Entrando nel merito della festa, l'enogastronomia proporrà una rivisitazione di piatti tipici del Trentino in 6 stand gastronomici. Diverse poi le novità, dal laboratorio del piccolo casaro per i bambini alla caneva dell'alambicco per la degustazione delle grappe. Inoltre, quest'anno per la prima volta verrà proposto un carro dei coscritti, con 20 ragazzi di Nave San Rocco e Zambana che si sono cimentati nel ricreare quella che era una tradizione e che speriamo possa essere ripresa."

Info
Per ulteriori info:

Per la Festa della Pera
Pagina Facebook Pro Loco Vattaro, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Per l'iniziativa Antiche Terre
pagine Facebook Pro Loco Nave San Rocco e Pro Loco Zambana
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ,  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Katia Lenzi
Comunicazione e Ufficio Stampa
Federazione Trentina Pro Loco - Comitato UNPLI Trentino Alto Adige Via Oss Mazzurana 8, 38122 Trento P.Iva 01560370221 | Codice Univoco YHQUD9L T. 0461 239006 www.unplitrentino.it | FB Federazionetrentina.proloco

 

Feste d’autunno delle Pro Loco nel nome dei sapori tipici e della scoperta delle antiche tradizioni

Chi è online

 793 visitatori online