Sara Battisti: 'Gelosa della mia corona ma sogno di diventare come Falcone e Borsellino'

Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Trento, 14 settembre 2013. - intervista a cura di Davide Cutrupi

Abbiamo fatto una chiacchierata più approfondita con Sara Battisti, la prima Miss Universe Trentino Alto Adige della storia. L'abbiamo incontrata dopo il ritorno da Roma in cui ha vinto il titolo di Miss Cinema oltre ad essersi posizionata come 5^ classificata.

Com'è cambiata la tua vita dopo esser divenuta Miss Universe Trentino Alto Adige 2013? Tutto come prima o qualche porta si è aperta?

Sara Sara è sempre la stessa Sara che continua a fare ciò che ha sempre fatto. Sicuramente vincere questo titolo mi ha dato molta visibilità e le chiamate da parte di vari fotografi non mancano ad arrivare!

Prima di esser Miss Universe T.A.A. hai vinto il titolo provinciale di Miss Exclusiv Club, la location che ha ospitato la finale provinciale. In quel momento hai pensato "Si, vincerò il titolo Regionale?" oppure avevi altre sensazioni? Descrivici un po' cos'hai provato e come sei stata accolta dalla struttura.

Sara Sin dalla finale provinciale all'Exclusiv Club io mi ero già fatta una mia classifica personale. Ammetto: io mi vedevo sul podio ma sinceramente non vincitrice. Ne' quella sera, nè tanto meno alla finale regionale a Brunico. E' stata però una bellissima sorpresa, e oggi sono gelosissima della mia corona.

Una meranese che vince la finale provinciale dell' Alto Adige a Merano, il prossimo anno si sta cercando di portare questo evento in Piazza: cosa si sente di dire Miss Universe T.A.A. alle istituzioni della propria città natale?

Sara Penso che portare questo evento in piazza sia esclusivamente un guadagno per la città, un'ulteriore offerta per i giovani del posto e per i turisti che potranno ammirare uno spettacolo diverso nelle sere d'estate. Miss Universe non è altro che una serata all'insegna della bellezza, dello spettacolo, del divertimento, della moda. Ospitare un evento del genere significherebbe aprirsi ad un mondo ancora poco sentito da noi in regione, quale appunto quello dei concorsi di bellezza. Un mondo sottovalutato, che se organizzato nel dettaglio può portare solo che guadagno. E posso affermare con certezza che facendo una tappa delle selezioni di Miss Universe T.A.A. in un contesto come quello che Merano può offrire, il concorso e la città risulterebbero semplicemente più magici di quanto già non siano indipendentemente.

Tu studi giurisprudenza presso la facoltà di Bologna, cosa farà Sara Battisti "da grande", come si vede, chi vorrà essere?

Sara Ho deciso di non precludermi nulla. Ho mille idee che mi girano per la testa, idee tra loro molto diverse! Studio giurisprudenza perché un mio sogno nel cassetto è quello di diventare un P.M. sulle orme di Falcone e Borsellino. Difficile, quasi impossibile, ma volere è potere! Nell'altro cassetto ho però un altro sogno: il cinema. Teoricamente questo sarebbe il sogno più "irrealizzabile" ma, visti i tempi che corrono, anche la strada della magistratura non è del tutto in discesa.

Ti è stato proposto un ruolo per le edizioni future di Miss Universe Trentino Alto Adige - madrina delle miss - in quanto prima detentrice del titolo Miss Universe Trentino Alto Adige nella storia di questa Regione. Cosa provi e cosa vuoi dire alle prossime aspiranti Miss?

Sara Sono molto entusiasta del ruolo propostomi e mi ci vedo anche molto bene: un po' bacchettona, un po' mamma chioccia. Cosa dire alle prossime aspiranti Miss? Che la semplicità premia sempre. Di essere quindi il più spontanee possibili e di sorridere con naturalezza, perché una donna che sorride è sempre un passo avanti alle altre!

Di recente la polemica che ha toccato i concorsi di bellezza in Regione, secondo alcune personalità politiche "riducono l'immagine della donna ad un numero, mettendo in secondo piano l'aspetto intellettuale". Una posizione decisa da parte di una parte della politica verso questo tipo di eventi. Facciamo un gioco: Sara Battisti, non più fascia e corona ma Ministro delle Pari Opportunità, cosa direbbe a riguardo?

Sara Il concorso di bellezza nasce per "premiare" la bellezza estetica. L'aspetto intellettuale viene valutato in tante altre occasioni, come ad esempio, ad un esame universitario, e in svariati altri contesti. Io ho sempre partecipato ai concorsi di bellezza riuscendo a far combaciare benissimo entrambe le cose, e questo è il punto a cui voglio arrivare. In un concorso di bellezza, per quanto sia ben chiaro l'obiettivo dello stesso, ossia premiare la ragazza più bella ed elegante, ci si può far notare per la propria intelligenza, o dimostrare di avere una testa, oltre al proprio carisma. I concorsi di bellezza non si riducono a quelle ore che precedono la serata finale in cui le ragazze sfilano lasciando trionfare tutta la propria eleganza. E' sbagliato! I concorsi di bellezza hanno tutto un percorso che precede quella serata finale in cui ognuna esprime pensieri, punti di vista, critiche, valutazioni e ne escono confronti interessanti, tali da riuscire a capire con chi hai a che fare. Esistono le c.d. "Barbie", tipiche ragazze che partecipano ai concorsi di bellezza esclusivamente per farsi notare e lo fanno a costo di risultare appunto senza cervello. Ma è anche pieno di ragazze che partecipano pur mantenendo integra la propria personalità ed intelligenza, perchè convinte che per partecipare ai concorsi, avere un bel viso è condizione necessaria ma non sufficiente! Una miss completa è piacevole agli occhi, ma altrettanto deve esserlo per le orecchie!

Salutaci con un tuo slogan, una tua filosofia di vita.

Sara Vera filosofia di vita che sono riuscita a fare definitivamente mia: "RICORDATI DI OSARE SEMPRE" (Memento audere semper - G. D'Annunzio).

Sara Battisti: 'Gelosa della mia corona ma sogno di diventare come Falcone e Borsellino'