Mar05262020

Last update04:20:36

Back Magazine Magazine Salute e Medicina Farmacie di turno e le ricette elettroniche: come funziona

Farmacie di turno e le ricette elettroniche: come funziona

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Trento, 11 maggio 2020. - Redazione

Il 19 marzo 2020 un'ordinanza adottata dal Capo del Dipartimento della Protezione Civile ha permesso ai cittadini italiani di ricevere la ricetta medica in modalità elettronica.

Tutti i cittadini italiani possono ricevere dal loro medico il numero di ricetta elettronica (NRE) necessario per ritirare i farmaci prescritti in farmacia, al fine di ridurre gli spostamenti delle persone, le lunghe file nello studio del medico curante e la diffusione del contagio da Coronavirus.

Tutti potranno ottenere la ricetta elettronica in tre modalità differenti:

Trasmissione del codice NRE tramite messaggio di posta elettronica ordinaria o mediante la casella di posta elettronica certificata (PEC);
Trasmissione del codice NRE mediante sms o messaggio whatsapp;
Trasmissione del codice NRE mediante comunicazione telefonica.

Farmacia: come utilizzare la ricetta elettronica

Dopo aver ricevuto il codice NRE della ricetta elettronica è possibile rivolgersi alla farmacia di turno oggi e rilasciare il codice insieme alla tessera sanitaria al farmacista di riferimento.
Il farmacista provvede ad inserire il suddetto codice nel sistema SSN e risalire alla prescrizione del farmaco compilata dal medico di famiglia, così da poter erogare il farmaco.

Per far fronte all'emergenza Coronavirus e ridurre la possibilità di creare affollamenti è possibile verificare quale farmacia di turno aperta oggi provvede alla consegna a domicilio dei farmaci.

Per ridurre ulteriormente gli spostamenti dei cittadini è stata introdotta la possibilità per le farmacie territoriali di accedere al portale online e stampare i promemoria delle prescrizioni Dem erogate dal medico di medicina generale, utilizzando la tessera sanitaria dell'assistito.

Dall'inizio dell'emergenza sanitaria le farmacie e le aziende farmaceutiche hanno adottato tutte le misure previste dal Governo e garantiscono una continua attività al fine di prestare il supporto necessario ai cittadini e la fornitura di tutti gli strumenti di prevenzione utili per contrastare la diffusione del Covid-19.

Per tutti coloro che ritirano i farmaci da parte di parenti a rischio contagio da Coronavirus presso le farmacie di turno, si ricorda di consegnare al farmacista la tessera sanitaria di chi necessita le cure mediche prescritte, al fine di evitare ulteriori confusioni.

Che cos'è e come è composto il codice NRE

La ricetta elettronica o ricetta dematerializzata è una tipologia di ricetta standardizzata identificata attraverso un codice assegnato dalla ASL, che comprende al suo interno tutti i dati dell'assistito come il codice fiscale e i codici che evidenziano eventuali patologie pregresse. Il medico curante provvederà a compilare il modello con la prescrizione del farmaco.

Per far fronte all'emergenza Coronavirus, è possibile avere le ricette mediche senza presentarsi direttamente dal proprio medico di base ma ricevendo il codice NRE attraverso uno dei metodi citati nel precedente paragrafo.

Il codice NRE è generato dal Sistema di Accoglienza Centrale (SAC) e identifica in maniera univoca una determinata prescrizione elettronica, a livello nazionale.
Il Numero di Ricetta Elettronica è composto da 15 caratteri messi insieme seguendo un unico formato: AAA - BB - C - DDDDDD - EE.

● AAA - identifica il codice della regione o della provincia;
● BB - è il codice alfanumerico assegnato automaticamente dal SAC;
● C - identifica il lotto;
● DDDDDD - è il codice del lotto assegnato dal SAC;
● EE - è il numero del singolo protocollo all'interno del lotto.

Farmacie di turno e le ricette elettroniche: come funziona

Chi è online

 214 visitatori online