Dom02052023

Last update11:26:57

Back Magazine Magazine Salute e Medicina La salute è un bene primario: Una FIRMA per chiedere

La salute è un bene primario: Una FIRMA per chiedere

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Trento, 25 novembre 2022. - Redazione*

La Sanità pubblica è al collasso ed i trentini per curarsi devono andare fuori provincia e regione.

Questo dato drammatico UNITAMENTE alle chiusure di reparti registrati in questi ultimi anni dimostra non solo il fallimento della gestione della sanità degli ultimi 10 anni, ma il fallimento della gestione aziendalistica della sanità.

La salute è, e deve rimanere, un bene primario che non può dipendere dai bilanci ma il diritto all'accesso alle migliori cure disponibili deve essere garantita a tutti i cittadini a prescindere dal loro reddito.

Per questo da tempo stiamo rivendicando:
• stessi tempi di attesa fra pubblico e privato;
• di poter scegliere l'ospedale dove eseguire esami e visite mediche specialistiche, potendo scegliere il medico;
• il potenziamento e la valorizzazione degli ospedali esistenti;
• l'adeguamento dello stipendio al carovita ed il riconoscimento delle professionalità dei sanitari;
• la stabilizzazione di tutti i precari e l'incremento dell'organico alle esigenze del servizio e non a quelle del bilancio;
• di rilanciare la medicina territoriale e il ruolo del medico di medicina generale;
• di mantenere la sanità pubblica trasferendo le risorse dalle armi al sistema sanitario pubblico che deve essere efficiente e gratuito.

Per fare questo è necessario liberare medici e ricercatori dai condizionamenti delle case farmaceutiche garantendo a medici, infermieri, Oss ed a tutti i lavoratori del settore una retribuzione adeguata ai parametri europei.

Se oggi la sanità è al collasso, se curarsi è diventato un lusso questo non casuale ma è il risultato di scelte scellerate fatte dai vari governi in questi ultimi 20 anni i quali hanno venduto alle multinazionali del farmaco il nostro diritto alla salute.
Hanno trasformato, con la complicità dei partiti e dei SINDACATI (Cgil Cisl Uil Fenalt Nursing up, ecc), le strutture sanitarie in AZIENDE lasciandole in mano alle BARONIE MEDICHE ed alla politica CLIENTELARE DEI PARTITI AL GOVERNO.

Hanno distrutto il concetto di prevenzione sostituendo il medico di base con la telemedicina, hanno foraggiato la privatizzazione della sanità hanno anteposto il PROFITTO e gli interessi personali al diritto alla salute previsto dalla Costituzione.

Oggi ti chiediamo una firma per dare il tuo contributo alla lotta per una sanità che deve essere PUBBLICA, EFFICIENTE, UNIVERSALE E GRATUITA.

* comunicato UniAMIci - CUB Trento

La salute è un bene primario: Una FIRMA per chiedere

Chi è online

 245 visitatori online