Ven10302020

Last update10:05:03

Back Magazine Magazine Salute e Medicina Oggi, la IV° Giornata Nazionale del Mal di Testa

Oggi, la IV° Giornata Nazionale del Mal di Testa

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Giornata nazionale del Mal di TestaTrento, 19 maggio 2012. -  di Tobias Fior

Si è giunti al quarto anno consecutivo per la sensibilizzazione del mal di testa, problema che sembra tra i più comuni ma in realtà non lo è. La giornata nazionale del mal di testa è stata istituita e promossa dalla Società italiana per lo studio delle cefalee, che ha scelto la data del 19 maggio. Quest'anno il tema associato alla cefalea è quello dello sport, in particolar modo il calcio. Come titolo è stato scelto, con un simpatico gioco di parole: "Dai un calcio al mal di testa".

Il mal di testa può essere inteso sotto due forme: la cefalea primaria, che sarebbe il comune mal di testa e la cefalea secondaria, che giunge come una sorta di avvertimento per un probabile disagio di origine psicologica. Sono molti gli adulti che soffrono di mal di testa, ma sono di più soprattutto i ragazzi sotto i quattordici anni, infatti si è calcolato che i ragazzi che soffrono di questo tipo di problema sono circa un milione al mese. È comunque un disturbo fra i più diffusi che però bisogna fare in modo da saper distinguere in base ai vari sintomi. Ci può essere il mal di testa cronico, quello passeggero, quello dovuto allo stress. Inoltre è indispensabile fare fronte anche alla questione riguardo gli antidolorifici che vengono assunti. L'obiettivo è quello di fare in modo che ci sia una consapevolezza nell'assunzione dei medicinali e che non ci sia un abuso di tali sostanze.

L'iniziativa vuole fare sì che ci sia più sensibilizzazione nei confronti di un problema di salute che viene spesso sottovalutato, infatti non coinvolge solamente la sfera personale, ma anche quella in ambito lavorativo e famigliare, anche in base alla cronicità del dolore e del modo di affrontarlo.

Nelle piazze italiane ci sarà la possibilità di raccogliere opuscoli e volantini inerenti al problema cefalgico e la Società italiana per lo studio delle cefalee vuole proprio aiutare e dare una mano alle persone che ancora non hanno trovato una risposta alle domande in merito. Occorre infatti fare in modo da diminuire la sofferenza per chi viene colpito da cefalea, aiutandolo prima a riconoscerla e poi ad affontarla in maniera efficace.

Nelle piazze italiane e anche nei centri commerciali saranno presenti sia volontari per gli opuscoli e i volantini, sia neuropsicologi a cui rivolgersi per domande specifiche in merito alla cefalea.

Per chi fosse interessato può visitare il sito della Società italiana per lo studio delle cefalee (SISC): www.sics.it. Assieme alle iniziative promosse nelle piazze ci saranno anche delle iniziative organizzate in varie parti d'Italia. Ad esempio i medici specialisti del Centro Cefalee della Farmacologia Clinica di Cagliari, incontreranno il pubblico per discutere e rispondere alle domande che verranno poste in merito al problema, saranno inoltre distribuiti materiali divulgativi.

Sapere come fare capire e curare il mal di testa è il primo passo per vivere serenamente e migliorare il nostro benessere fisico.

Tobias Fior

Oggi, la IV° Giornata Nazionale del Mal di Testa

Chi è online

 222 visitatori online