Dom01172021

Last update05:48:17

Back Magazine Magazine Salute e Medicina Oculista gratuito in camper: iniziativa dei Lions

Oculista gratuito in camper: iniziativa dei Lions

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Camper oculisticoRovereto, 2 febbraio 2013. – di Patrizia Belli

Per la prevenzione del glaucoma, l'unità mobile arriverà in 15 località del Trentino. Da sempre i Lions si impegnano sulla prevenzione alla cecità, ritenendo la vista un bene indispensabile, che regola l'86% delle possibilità integrative con il mondo esterno, ovvero la maggior parte delle informazioni che ci giungono dall'ambiente esterno passano attraverso gli occhi. E' per questo che la vista va protetta con grande impegno per tutta la vita. Eppure in questo campo manca una adeguata cultura della prevenzione. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità(OMS) nel mondo vivono 39 milioni di Ciechi e gli Ipovedenti sono 246 milioni. In Italia vivono almeno 362 mila Ciechi e gli Ipovedenti sono oltre un milione. Le principali cause di cecità e ipovisione sono: la degeneraziona maculare senile e miopica, il glaucoma e la retinopatia diabetica.

I tre Lions di Rovereto (San Marco, Host e Depero) con i Lions di Arco, Riva e Tione hanno organizzato una serie di visite oculistiche itineranti che arriveranno in 15 località del Trentino.

Si tratta di una serie di visite preventive gratuite rivolte alla popolazione con l'ausilio di una unità mobile dotata di strumentazione oculistica di ultima generazione.

A partire da febbraio sino a giugno, il camper sosterà dalle ore 8 alle 18,30 nel centro di alcune località (generalmente è posizionato accanto alla chiesa nella piazza centrale), a bordo si turneranno alcuni medici oculisti: Bianco, Ferrari, Ruele , Della Site e Peschedasch.

Questo il calendario: 3 febbraio Calliano, 10 febbraio Pomarolo, 17 febbraio Ala, 24 febbraio Avio. Nel mese di marzo, il giorno 10 Terragnolo, il 17 a Brentonico, il 24 a Dro. In aprile, il 7 a Raossi, il 14 a Ponte Arche, il 21 a Cavedine. In maggio, il 5 a Roncone, il 12 a Storo, il 19 a Pinzolo. In giugno, il 2 a Fiavè e il 9 a Calavino.

Scopo principale dell'iniziativa sta nell'individuare gli inizi della formazione del glaucoma che, se non curato in tempo, può portare anche alla completa cecità.

Secondo l'OMS, infatti, il glaucoma colpisce più di 55 milioni di persone nel mondo, le stime prevedono che nel 2020 la cifra salirà a 80 milioni. In Italia si stima che quasi un milione di persone ne siano affette (circa il 2% della popolazione), ma si calcola che circa la metà non ne sia ancora a conoscenza. Rappresenta la seconda causa di cecità globale. E' considerata una patologia dell'età avanzata, ma può presentarsi a qualsiasi età. E' una grave malattia oculare caratterizzata da una compromissione progressiva della funzione visiva, dovuta, il più delle volte, all'innalzamento della pressione endoculare. Esistono varie forme cliniche, la più comune chiamata Glaucoma Cronico ad Angolo Aperto ha una insorgenza subdola per assenza di sintomi. Il paziente se ne accorge solo tardivamente quando il campo visivo sarà irreversibilmente compromesso.

La diagnosi precoce è perciò essenziale per prevenire danni irreversibili.

I fattori di rischio sono: l'ipertensione oculare, l'età, la familiarità, il diabete e la miopia. Il glaucoma è curabile.

Spesso è sufficiente la terapia medica con l'instillazione di colliri in grado di abbassare la pressione intraoculare. Questa terapia va proseguita per tutta la vita in modo da non consentire un ulteriore danno del nervo ottico e un deterioramento del campo visivo. In occasione del check-up oculistico gli specialisti procederanno con l'esame della vista, la misurazione della pressione oculare, l'esame del segmento anteriore dell'occhio e dell'angolo camerulare ed infine all'osservazione della testa del nervo ottico e del polo posteriore. I dati raccolti, nel rigoroso rispetto delle leggi sulla privacy, verranno computerizzati e al soggetto che si è sottoposto allo screening verrà rilasciato un documento contenente tutti i consigli del caso, da consegnare al medico di base.

Oculista gratuito in camper: iniziativa dei Lions

Chi è online

 176 visitatori online