Mer10282020

Last update05:21:39

Back Magazine Magazine Salute e Medicina Sigarette elettroniche: queste sconosciute

Sigarette elettroniche: queste sconosciute

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Trento, 5 maggio 2013. - di Chiara Mazzalai

Guai a chi tocca le Lobby come quelle del tabacco, o peggio ancora quelle farmaceutiche, pare che non abbiano preso molto bene il successo delle sigarette elettroniche. Arrivano notizie sempre più preoccupanti: ”la nicotina delle sigarette elettroniche fa male” , (perchè quella delle sigarette normali invece fa bene perchè è del monopolio di stato?), insomma è partita la caccia alle streghe, probabilmente perché lo scorso anno il monopolio di stato ha subito un crollo del 10 % sulla vendita di sigarette e le proiezioni per il 2013 sono ben peggiori perchè si parla di un buon 30 %, non a caso i tabaccai stanno correndo ai ripari, vendendo anche sigarette elettroniche.

La sensazione è quella del “terrorismo” psicologico-mediatico” attuato da ricerche volte a dimostrare la pericolosità delle “svapate”.

Già lo scorso anno si cominciano a leggere le prime sconvolgenti notizie: ” Janesville, Wisconsin – Esplode sigaretta elettronica, uomo rischia di rimanere cieco”, oppure ” Knoxville, Tennessee – ingerisce liquido, bambino salvo per miracolo” ma l’ultima in ordine di tempo è quella della la sigaretta elettronica che fa male ai polmoni e farebbe venire la pleurite.

Dette così sembrerebbero notizie terribili dove migliaia di bambini rischiano di morire ogni giorno e milioni di persone rischiano la vista per colpa delle batterie che scoppiano, per fortuna però le cose non stanno così perchè le batterie non esplodono. Ve la immaginate la batteria di un Pacemaker che scoppia?
I bambini inoltre vanno sorvegliati, possono ingerire qualsiasi cosa se lasciati allo sbando, ma non per questo è stata probita la vendita della candeggina. I tappi dei liquidi hanno la stessa chiusura che hanno i tappi dei farmaci, a pressione proprio per non farla aprire ai bambini).
L’ultima trovata per terrorizzare la gente è la famosa ricerca di un istituto greco che guarda caso sarebbe finanziato dalla Pfizer, la stessa che produce i famosi cerotti alla nicotina per smettere di fumare e che produce farmaci per bronchi, tumori ai polmoni, gola ecc., insomma tutte quelle malattie che derivano dal fumo di sigaretta. Quello che secondo questa ricerca farebbe male è il vapore acqueo che esce dalla sigaretta (?!).
Il ministro della salute ne ha vietato la vendita ai minori, e non si può fumare in luoghi chiusi, assurdo visto che la sigaretta elettronica venne inventata non per smettere di fumare, ma per permettere ai tabagisti di fumare in aereo e nei luoghi pubblici. Non a caso, pare che le prime sigarette elettroniche vennero sperimentate proprio sugli aerei dove oggi sono vietate per motivi di “sicurezza”. Inoltre le ultime notizie sono che il ministero vorrebbe vietare la libera vendita dei liquidi che superano lo 0,2 % di nicotina, oltre quella soglia si dovranno vendere solo in farmacia e solo con la ricetta medica. Ci si chiede: e chi li produrrà questi liquidi? Forse la Pfizer?
In ogni caso, se così fosse, a nostro parere anche le sigarette normali dovrebbero essere vendute in farmacia e sotto stretto controllo medico, sarebbe alquanto curioso un medico che stila una ricetta per un pacchetto di sigarette, di una marca piuttosto che di un'altra. Ai posteri l'ardua sentenza, e intanto stiamo a guardare!alt

Sigarette elettroniche: queste sconosciute

Chi è online

 234 visitatori online