Sab01162021

Last update11:40:30

Back Magazine Magazine Salute e Medicina Trento:" Sanità europea e nuovi modelli economici", domani all'Auditoriun APSS

Trento:" Sanità europea e nuovi modelli economici", domani all'Auditoriun APSS

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Trento, 23 ottobre 2014. - Redazione*

A Trento si discute sul futuro della sanità europea e in occasione del nuovo incontro organizzato da Motore Sanità si cercherà di individuare un modello omogeneo che superi i tradizionali modelli fondativi a fiscalità diretta e misti affinché si trovino comuni regole di qualità ed efficienza nell'elargizione dell'assistenza medica comunitaria.

L'obiettivo di questo workshop, articolato in tre sessioni, è l'individuazione dei punti di debolezza e dei punti di forza dei sistemi sanitari europei e vede la partecipazione delle rappresentanze sociali, degli operatori, degli esperti economici e delle rappresentanze politiche nazionali ed europee.

Sarà presente anche il Fit For Work, per sensibilizzare a livello europeo e nazionale la comunità clinica, scientifica, economica e politica sull'importanza della prevenzione precoce nel trattamento dei disordini muscolo-scheletrici, sull'importanza del recupero e del mantenimento della capacità lavorativa quale parametro imprescindibile nella elaborazione dell'ottimale percorso di cura.

Un altro tavolo è dedicato al tema dei fondi integrativi e delle assicurazioni sociali e private. La recentissima proposta delle commissioni Bilancio e Affari sociali della Camera è di incentivare la sanità integrativa, costituita da fondi integrativi, polizze assicurative, collettive ed individuali, per aumentare l'efficienza del sistema sanitario, rilanciare il concetto più volte ribadito della terza gamba del sistema che conduca all'individuazione di un modello europeo misto, tipico delle società complesse ad alta offerta di prestazioni legate alla salute ed alla conseguente integrazione con un nuovo welfare più rispondente all'invecchiamento sociale. Una nuova scommessa per una sanità sostenibile che continui a garantire assistenza alle fasce più deboli.

*comunicato

Trento:

Chi è online

 278 visitatori online