Mer06232021

Last update09:50:23

Back Politica Osservatorio di Palazzo Trentini M5S interroga sul monopolio mediatico in Trentino

M5S interroga sul monopolio mediatico in Trentino

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Trento, 28 aprile 2021. - Redazione*

Nei giorni scorsi il M5S trentino ha presentato un'interrogazione (1) per fare chiarezza sulla tendenza monopolistica che sta sempre più affermandosi nel mondo dell'informazione della nostra Provincia.

Come certificato anche dall'Agcom, in Trentino il potere mediatico è ormai concentrato nelle mani di pochissimi editori che godono quindi di una posizione di assoluto vantaggio rispetto alla mercato pubblicitario e alla definizione dell'agenda civile e politica. Una situazione che, come accade sempre nei casi di monopolio, rischia di portare un punto di vista unico e potenzialmente distorto sulle vicende locali, politiche e di cronaca.

Si tratta di una situazione oggettivamente critica, che di recente ha causato la scomparsa del più antico quotidiano trentino, ritenuto non più funzionale per le strategie del gruppo che controllava anche il diretto concorrente dello stesso, ma le criticità si estendono oltre la carta stampata, spingendosi ad esempio nel campo radiofonico, della distribuzione e della raccolta pubblicitaria.

Il M5S ritiene che, come c'è scritto nelle sue stesse leggi, la Provincia di Trento debba intervenire per garantire e tutelare il pluralismo dell'informazione e sostenere i livelli occupazionali del settore informativo. Chiediamo quindi che i nostri decisori politici abbiano la volontà e il coraggio di prendere posizione contro la situazione di monopolio di fatto che si sta instaurando in Trentino, anche tramite proposte normative e amministrative ad hoc per affermare il principio del pluralismo dell'informazione. Vogliamo inoltre che la Provincia renda noto quale sia il sostegno pubblico riservato per i mezzi di informazione locale. A quanto ci risulta infatti, si sta facendo assai poco per sostenere i piccoli editori. Troveremmo molto strano se il grosso dei sostegni venisse riservato proprio a chi domina il mercato. Se così fosse dovremmo tutti porci qualche ulteriore domanda.

(1) Interrogazione n. 2554/XVI a risposta scrittaInterrogazione n. 2554/XVI a risposta scritta

* comunicato

M5S interroga sul monopolio mediatico in Trentino

Chi è online

 192 visitatori online