Lun09282020

Last update04:24:39

Back Politica Politica e Società Osservatorio di Palazzo Trentini

Osservatorio di Palazzo Trentini

Stranieri e ITEA: La Lega spaccia per nuove norme già esistenti dal 1999

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Filippo Degasperi Trento, 4 agosto 2020. - di Filippo Degasperi*

La vacuità e l'inconsistenza dell'azione politica leghista si può misurare oggettivamente con l'odierno proclama relativo ad una vagheggiata "novità" introdotta con l'assestamento di bilancio secondo cui gli stranieri (quali?) "per accedere alle graduatorie ITEA dovranno d'ora in poi presentare una documentazione attestante la condizione economico-patrimoniale del nucleo familiare nel paese di origine e di provenienza". Passaggio ovvio si dirà, talmente ovvio che è già previsto dall'ordinamento repubblicano fin dal 1999.

Il Regolamento del Consiglio provinciale va riformato, ma servono le dimissioni di Kaswalder & C.

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Walter Kaswalder con Matteo RenziTrento, 3 agosto 2020. - di Alex Marini*

Riformare il regolamento del Consiglio provinciale si può anzi si deve. Si tratta infatti di un documento in buona parte anacronistico che ha un gran bisogno di essere messo al passo con i tempi ampliando gli spazi di democrazia interni.

“Forse è Cossali vittima della misconoscenza dei fatti. Da parte mia nessuna preclusione ideologica"

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Mario CossaliTrento, 1 agosto 2020. - di Claudio Cia*

Leggo con stupore sul quotidiano "Trentino" di oggi le affermazioni di Mario Cossali (nella foto) che, pur senza riferirsi direttamente alla mia persona, attacca la mia proposta volta ad aumentare la possibilità di verifica del Consiglio provinciale sul "Forum per la Pace" definendola come il frutto della "misconoscenza dei fatti reali o un atteggiamento di preclusione ideologica".

Dipendenti provinciali e condotta antisindacale: Provincia sconfitta su tutta la linea, chi paga?

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Filippo Degasperi2Trento, 23 luglio 2020. - di Filippo Degasperi*

La Giunta provinciale e la maggioranza che la sostiene non perde occasione per dimostrare ai trentini la propria inadeguatezza. Tra le molte vittime del delirio che regna in Piazza Dante anche i provinciali (i "privilegiati") su cui la Lega e suoi alleati si sono accaniti pesantemente costringendoli a orari e turni fantozziani per il solo gusto di rendergli più complicata la vita.

In Consiglio provinciale trionfa l'arbitrio dei politici sui lavoratori

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Alex Marini in aula

Si fanno passare tagli lineari a danno della democrazia per risparmi ed efficienza!

Trento, 22 luglio 2020. - di Alex Marini*

Il Consiglio provinciale ha approvato deliberazioni che di fatto riconoscono il dogma del rapporto fiduciario assoluto e vincolante tra politico e collaboratori, ai quali può venir persino negata la possibilità di spendere il proprio tempo libero come credono.

Altri articoli...

Chi è online

 160 visitatori online