Ven12042020

Last update08:32:03

Back Politica Politica e Società Politica Estera Erdogan uomo forte del mondo islamico

Erdogan uomo forte del mondo islamico

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Trento, 30 ottobre 2020. – di Roberto Corcione

Non c'è dubbio alcuno che Erdogan stia puntando (e da molto tempo) ad una posizione riconosciuta quale leader del mondo Musulmano.

Credo non vi sia dubbio alcuno, sul fatto che esista da tempo una contrapposizione tra la nostra civiltà fatta ormai eticamente di nulla e corrotta nei costumi e la civiltà afferente ad un credo forte ed oltranzista quale quello di fede islamica.

Nonostante gli sforzi della chiesa (e non mi esprimo sulla bontà degli stessi) per cercare una via condivisibile e percorribile che porti alla pacifica convivenza tra occidente ed oriente registriamo in questi giorni una recrudescente (e mai sopita) intolleranza da parte musulmana nei confronti del nostro mondo e della Francia in particolare.

Non intendo certo sdoganare Erdogan per carità, ma certo è che da troppo tempo l'occidente deve fare i conti con una policy scellerata e costellata di imperdonabili errori da parte dei francesi che nel tempo hanno prodotto nel cuore dell'Europa stessa una situazione esplosiva.

Attendo ai fatti occorsi circa le vignette apparse sull'omonimo giornale francese (tutti sanno a quale giornale mi riferisco) che ha certamente peccato di un mancato tempismo.....se non altro.

Ovvero che bisogno c'era di riacutizzare certe posizioni citando Maometto e quale opportunità reale vista la situazione?

Proprio i francesi agli albori della dichiarazione dei diritti dei cittadini (che può considerarsi la genitrice delle costituzioni moderne) dichiararono espressamente che ogni cittadino ha il diritto di compiere in libertà tutto ciò che crede fatto salvo il non arrecare danno agli altri.

Ebbene in forza di questo principio e tenuto conto della situazione attuale nonché della forte componente islamica presente in Europa (grazie alla nostra tolleranza) ed in Francia in particolare e grazie alle politiche condotte dai governi francesi nei confronti dei cittadini (di serie B mi si passi il termine) quali i musulmani, in effetti ghettizzati nel tempo, sarebbe stato utile un profilo più basso nei toni da parte del giornale.

Che bisogno c'era di dare ad Erdogan il pretesto per diffondere un messaggio che avrebbe quasi ( a suo dire) successivi atti terroristici che da giorni si susseguono in Francia.
E tutto ciò in un momento di grave crisi pandemica....come se mancasse altro!

Non mi piace farlo ma mi corre l'obbligo ricordare quanto sgradevole ed inopportuna fu la vignetta apparsa sullo stesso giornale che ridicolizzava i nostri morti a seguito del terremoto.
Una cosa che non si può dimenticare!

Ed il nostro governo prontamente si schiera in modo quasi sudditante con i francesi deplorando (giustamente) quanto successo negli ultimi giorni anche al povero Professore barbaramente ucciso.

Però, dov'è la ratio? Dov'è la riflessione? Ci si dovrebbe chiedere perchè si è arrivati a questo punto?

Ovviamente niente da il diritto ad Erdogan di cianciare sulla questione Occidente/MedioOriente sfruttando la poca sensibilità dell'omonimo giornale francese, per assurgere a leader di un mondo sempre meno tollerante nei nostri confronti.

Invece di proporre la solita e scontata tematica sulla libertà di opinione magari ridicolizzando coloro che credono fermamente nella loro religione e che di essa ne fanno (contrariamente a noi ) un modello sociale condiviso pienamente, forse dovremmo rivedere con un po' di umiltà i nostri costumi e prendere atto della forza che permea il comune sentire dei Musulmani (e rispettarli) ma al tempo stesso rispondere alle loro continue provocazioni con britannico senso di reciprocità e fermezza (senza sconti), facendo trapelare dalle nostre azioni e nei fatti che anche la nostra religione entra nel tessuto sociale e permea lo stesso di valori condivisi e tradizionali che hanno reso il mondo occidentale tollerante civile.
Fermo sui principi che lo hanno portato fin qui.

Le vignette offensive che si tratti dei nostri morti come del credo religioso di una forte parte di cittadini francesi (di serie B e non per colpa degli europei) lasciano il tempo che trovano e purtroppo dietro di loro una tragica quanto ingiustificata scia di morti.

Erdogan uomo forte del mondo islamico

Chi è online

 184 visitatori online