Mer11252020

Last update12:35:38

Back Politica Politica e Società Politica Estera Ue, Lega: obiezioni bando piombo, da Europa schiaffo al mondo venatorio

Ue, Lega: obiezioni bando piombo, da Europa schiaffo al mondo venatorio

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Bruxelles, 1 novembre 2020. –di Dario Buscema

"Dall'Europa l'ennesimo schiaffo al mondo venatorio. Nonostante l'impegno profuso dalla Lega e dagli alleati francesi del gruppo Id, in commissione ambiente non sono state approvate le formali richieste di obiezione al bando del piombo. Quanto avvenuto è un duro colpo per il mondo venatorio, sempre più in balia dell'ideologia green che oramai imperversa all'interno delle istituzioni europee. Il risultato è in parte frutto delle divisioni interne ai gruppi Ppe e Renew, i quali hanno purtroppo tradito i cacciatori europei, preferendo una divisione autoreferenziale piuttosto che rincorrere gli interessi del mondo venatorio e dei tiratori sportivi.

Rammarico per il mancato sostegno di Face, che invece di invitare alla coesione, ha supportato la sola proposta del Ppe, peraltro identica, esprimendo una grave presa di posizione politica propria di chi pare sia maggiormente interessato a difendere la propria esistenza che il quella del mondo venatorio. Il Gruppo Id è l'unico in Ue che compattamente e fattivamente difende e sostiene il mondo venatorio europeo. Grazie alle associazioni venatorie e in particolare la cabina di regia unitaria per il sostegno e gli sforzi per sostenere questa iniziativa, la nostra battaglia proseguirà anche in vista della plenaria".

Così in una nota gli europarlamentari della Lega Marco Dreosto, firmatario della proposta di risoluzione del gruppo ID, Massimo Casanova, Marco Campomenosi (capo delegazione Lega), Marco Zanni (presidente gruppo ID), unitamente al senatore Francesco Bruzzone, capo dipartimento caccia della Lega.

Ue, Lega: obiezioni bando piombo, da Europa schiaffo al mondo venatorio

Chi è online

 193 visitatori online