Attentato a Orban, Fontana (LN): 'Vogliono zittire chi è contro questa Europa'

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Viktor OrbanBruxelles, 30 luglio 2013.Redazione

Il premier ungherese, simbolo dell'anti mondialismo e contro l'eurofinanza, vittima di un "incidente". Fontana: "Lui inviso all'Europa. Difesa delle identità battaglia del secolo". Attentato ad hoc? Bersaglio da colpire? Lo "strano" incidente stradale in cui è stato coinvolto, venerdì scorso in Romania, il premier ungherese Viktor Orban col suo entourage, lancia dei sospetti e lascia in sospeso alcune domande .

Orban, dal 2012 primo ministro in Ungheria, è su posizioni antimondialiste e contro questa Europa delle lobby massonico-finanziarie e degli eurocrati, e per un'Europa dei popoli e delle identità.

Lorenzo Fontana, capogruppo a Bruxelles di una Lega Nord che nelle istituzioni europee sta conducendo battaglie simili a quelle di Orban, esprime solidarietà al premier ungherese: "Orban è divenuto un simbolo che rappresenta una speranza per milioni di persone in tutto il Vecchio Continente. Sappiamo che è inviso a diversi ambienti del potere europeo, e le dinamiche dell'incidente in cui è stato coinvolto, per fortuna senza conseguenze, lasciano adito a più di un dubbio. E' probabile che non si tratti solo di una drammatica fatalità". Fontana sottolinea: "La battaglia del nuovo secolo è proprio l'antimondialismo e la difesa dei territori e delle identità contro questa Europa. Una battaglia scomoda, che qualcuno forse vuole mettere a tacere. Noi non ci stiamo".

Attentato a Orban, Fontana (LN): 'Vogliono zittire chi è contro questa Europa'