Dom10242021

Last update05:08:03

Back Politica Politica e Società Politica Estera Morire per Kiev? Chi lo dice al bel Matteo?

Morire per Kiev? Chi lo dice al bel Matteo?

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Vladimir PutinVerona, 5 marzo 2014. - di Beppe Giuliano*

Certo che fa il suo bell'effetto vedere l'Armata Rossa spezzare le reni all'Ucraina dall'alto dei nostri Lince! In mezzo a tanti mezzi russi, infatti, sbuca uno dei pezzi pregiati del made-in-Italy in grigioverde.

E non è nemmeno l'unico sistema d'arma italiano ad aver varcato la soglia di Gorizia marciando ad est: Enrico Letta (forse lo ricorderete, uno alto che diceva di essere premier e che aveva un piano per l'Italia) ha da poco firmato con Vladimir Putin (sì, proprio lui, l'orco cattivo che adesso si pappa la Crimea a colazione) sette accordi bilaterali e l'avvio di un fondo di investimenti da un miliardo di euro (50 miliardi di rubli) che agirà a cavallo dei due Paesi. E ancora, un accordo sulla logistica militare dovrebbe aiutare il nostro contingente Isaf a rientrare dall'Afghanistan senza dissanguarsi finanziariamente. L'elenco potrebbe continuare a lungo.

Tutto questo per dire che i rapporti fra Italia e Russia sono molto, ma molto stretti e che, forse questa volta faremmo bene a pensarci su due, tre, volte prima di accodarci al G7 di turno ed alle sanzioni commerciali che prima o poi scatteranno.

Non vorremmo un Tripoli-bis dove in un colpo abbiamo perso alleato, controllo delle frontiere a sud e business per avere in cambio un simpatico gruppo di ribelli convinto che prenderci a calci nel sedere sia un dovere civico: questa volta, per una volta, oltre agli interessi dei nostri Alleati guardiamo un po' anche ai nostri?

E i "camerati" ucraini? Abbiamo agevolato la dissoluzione della vecchia Urss senza pensare al vaso di Pandora che aprivamo. Adesso la Storia ci presenta il suo conto, che non è mai a buon mercato. Guardano all'Europa come loro salvezza, il loro risveglio dal sogno sarà drammatico, temo. E fa rabbia. Per questo, non potendo assecondare i sentimenti, questa volta – ripeto – assecondiamo almeno il portafoglio.

 

* Lettera politica 509

Morire per Kiev? Chi lo dice al bel Matteo?

Chi è online

 135 visitatori online