Lun04062020

Last update10:42:16

Back Politica Politica e Società Politica Locale M5S trentino: dopo gli "stracci che volano", il "baglior dei coltelli"

M5S trentino: dopo gli "stracci che volano", il "baglior dei coltelli"

  • PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Trento, 15 luglio 2018. - Redazione

Nel M5S trentino non volano solo gli stracci, siamo ormai passati alla fase successiva, propedeutica alla formazione della lista per le provinciali, quella del "baglior dei coltelli".

Già l'organizzazione delle parlamentarie, alla vigilia delle elezioni politiche, aveva suscitato, a suo tempo, dubbi sulla loro regolarità e comunque provocato diffusi malumori per la scelta dei candidati nei collegi uninominali.

Ora la notizia dell'intervento dell'avvocato Recla presso il capo dei pentastellati. Il professionista trentino, sulla base di una probante documentazione, ha denunciato al vicepremier Luigi Di Maio che in Trentino si sarebbero costituiti gruppi di "orientamento" a favore di alcuni candidati a danno di altri, violando, in occasione delle parlamentarie, regole e consegne del M5S.

Tuttavia, la lettera del legale non ha suscitato reazioni per cui alla fine anche il M5S è da iscrivere d'ufficio alla consorteria dei partiti della prima repubblica (delle seconda e della terza) quando non sono a prevalere le regole ma le volontà dei "ras".

Che nel M5S regionale la tensione sia alle "stelle" è fatto arcinoto. Il consigliere regionale di Bolzano ha lasciato il partito con l'intenzione di fondare una lista personale. Anche in Trentino, l'intervento commissionato all'avvocato Recla è un'altra prova che dimostra come le acque non sono certamente tranquille.

M5S trentino:  dopo gli

Chi è online

 189 visitatori online