Lun05102021

Last update01:47:34

Back Politica Politica e Società Politica Locale Vettori minaccia la giunta provinciale di ricorsi alla Corte di Conti, maggioranza a pezzi

Vettori minaccia la giunta provinciale di ricorsi alla Corte di Conti, maggioranza a pezzi

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

L'ex leghista attacca Kompatscher e compagni parlando di conflitti di interessi

Bolzano, 18 aprile 2021. - di Alessandro Urzì*

Non si sarebbe potuto davvero prevedere che sarebbe stata la mummia del Similaun a spaccare la maggioranza provinciale: l'annuncio di un esposto alla Corte dei Conti da parte del consigliere provinciale Carlo Vettori, di cui riferisce il Corriere dell'Alto Adige, è un atto clamoroso perché Vettori può essere definito il più lealista consigliere di maggioranza, fedelissimo esecutore di ogni ordine impartito dai vertici della Svp. Addirittura in Regione è stato fra il tessitore dei rapporti del partito gemello della Svp, il Patt, portandolo in giunta.

Insomma una figura che, fuoriuscita dalla Lega, si è collocata come il sostegno decisivo in aula a supporto della maggioranza quando un voto o due fossero in sospeso per un mal di pancia o una assenza.

Ora però l'annuncio di un esposto alla Corte dei Conti contro la Provincia per un incarico assegnato alla Sinloc, una società su cui qualcuno ha avanzato dubbi da conflitto di interessi con una certa lobby politica vicina alla Svp in Alto Adige. La Sinloc è la società che sta curando la valutazione sulla migliore collocazione del museo archeologico (e quindi della mummia) a Bolzano: in centro, sul Virgolo, in corso Libertà...

Le parole riferite dal giornale e attribuite a Vettori sono deflagranti: "Affidare un incarico ad una società in conflitto di interessi (che Vettori stando a quanto riportato darebbe come assodato, ndr) è sprecare soldi pubblici".

Ora bisognerà verificare quali saranno le reazioni da parte dei suoi ex compagni di partito, della Lega, e della Svp, il partito a cui oggi il consigliere provinciale è più vicino a tutti gli effetti.

Di certo c'è che stando a queste premesse apparirebbe non più garantito il 19 esimo voto a supporto della maggioranza (se la si minaccia di portarla in Tribunale) e quindi la coalizione Svp/Lega si ridurrebbe a 18, il numero minimo di sopravvivenza.

Saranno quindi da osservare molto attentamente gli sviluppi dell'affaire Sinloc. Tutto ci si sarebbe aspettati tranne che fosse la mummia a mettere in crisi la giunta provinciale con tanto di minacce di ricorsi alle vie legali...

*consigliere regionale e provinciale di Fratelli d'Italia

(nella foto Carlo Vettori)

Vettori minaccia la giunta provinciale di ricorsi alla Corte di Conti, maggioranza a pezzi

Chi è online

 403 visitatori online