Dom02052023

Last update05:11:29

Back Politica Politica e Società Politica Locale Nuovo Ospedale di Cavalese, “Troppe ombre sull’ospedale di Fiemme”

Nuovo Ospedale di Cavalese, “Troppe ombre sull’ospedale di Fiemme”

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Cavalese (Val di Fiemme-Trentino), 14 dicembre 2022. – di Bruna Dalpalù*

Nei giorni passati, a seguito della riunione della IV Commissione permanente del Consiglio provinciale di Trento sul tema, è esplosa la vicenda relativa alla realizzazione dell'Ospedale di Cavalese in zona Masi da parte dell'Ati con a capo la Mak Costruzioni di Lavis.

Nel mio precedente ruolo di consigliere comunale a Cavalese mi sono sempre occupata della salute ed in particolare della tutela del nosocomio, come dimostra anche il video (diventato virale su YouTube) del mio intervento in Consiglio comunale proprio sulla chiusura del punto nascite e sulle numerose contraddizioni dell'allora Governo provinciale di centro-sinistra.

Nelle battaglie a favore dell'ospedale non ero sola, anzi. Facevo parte di quel popolo (maggioritario) che scese in piazza a difesa dell'ospedale e di quegli Amministratori della Valle di Fiemme che, insieme a quelli di Fassa e Cembra, nel 2012 approvarono all'unanimità una proposta di mozione a favore della ristrutturazione dell'ospedale.

Oggi leggo con stupore sui giornali che alcuni di loro hanno cambiato idea e sostengono la proposta di realizzazione del nuovo Ospedale. Nel 2018 la mia ferma convinzione circa la necessità di difendere l'ospedale di Cavalese mi ha portata ad accettare la candidatura.

Oggi, quei medesimi principi, mi hanno avvicinata a Fratelli d'Italia, forza politica che si è posta a difesa dell'ospedale esistente e della sua riqualificazione. Come consigliera provinciale, il mio primo atto politico è stata un'interrogazione per chiedere conto della sospensione di importanti servizi all'ospedale ( visite specialistiche, esami endoscopici, esami diagnostici, pronto soccorso, mancanza di personale tecnico e sanitario etc. ) e del rischio che tali disservizi aumentino con il prossimo pensionamento di personale sanitario.

Quanto alla proposta di realizzazione del nuovo Ospedale a Masi, già nel gennaio scorso, assieme ai Consiglieri comunali di minoranza di Cavalese e Predazzo, abbiamo chiesto copia della documentazione in possesso del Nucleo di Analisi e Valutazione degli Investimenti Pubblici (NAVIP) e del suo parere. Ad oggi, dopo undici mesi di attesa, non abbiamo ancora ricevuto nulla, né risulta che la relazione sia stata consegnata ai Consiglieri provinciali.

A rendere la vicenda ancora più ingarbugliata è intervenuta l' intervista rilasciata dall'ex Scario della Magnifica comunità della Valle di Fiemme Giacomo Boninsegna, il quale – come già aveva spiegato al consiglio di Regola in una lettera del 13 ottobre 2020 (prima di dimettersi) – ha ribadito che "Nel mese di dicembre 2019 mi viene chiesto da parte di dirigenti della Provincia se la Magnifica era disponibile a cedere o a restituire alla Provincia (...) parte della superficie del vivaio di Masi per la costruzione del nuovo ospedale" e che "Finito il lockdown sono stato contattato da Mirko Pellegrini della Mak Costruzioni, che mi chiedeva a titolo personale di verificare la possibilità che alcuni proprietari fossero disponibili a cedere i loro terreni".

Oltre a ciò sono rimasta di sasso quando ho letto che, sempre secondo Boninsegna, "A fine gennaio 2020 vengo a conoscenza che della cosa sono state informate alcune giunte comunali". Se ciò fosse verificato, è evidente che tali Amministratori dovrebbero spiegare per quale motivo i Consigli comunali, ma soprattutto la popolazione dei rispettivi Comuni, non siano stati informati.

E' evidente che il compito di un onsigliere provinciale, anche se di maggioranza, dev'essere quello di rappresentare e tutelare gli interessi dei trentini, senza avere paura e pretendendo che i comportamenti sospetti vengano verificati a beneficio della trasparenza e di tutti.

*consigliere provinciale-regionale di Fratelli d'Italia

(nella foto Bruna Dalpalù)

Nuovo Ospedale di Cavalese, “Troppe ombre sull’ospedale di Fiemme”

Chi è online

 200 visitatori online