Dom02052023

Last update05:11:29

Back Politica Politica e Società Politica Locale Quei spiazaroi di Fratelli d'Italia

Quei spiazaroi di Fratelli d'Italia

  • PDF
Valutazione attuale: / 12
ScarsoOttimo 

Terza puntata della «Gerosa's story»

Trento, 15 gennaio 2023. - di Carlo Martello

La candidatura alternativa di FdI al presidente uscente, ha sicuramente smosso le acque paludose del centrodestra trentino, che non ha dato prova, nell'esercizio del governo provinciale, di risultati significativi. Tutti i grandi temi strategici quali l'ospedale universitario, il prolungamento della Valdastico, l'inceneritore, l'ospedale di Cavalese, la riforma istituzionale, la riorganizzazione della sanità ospedaliera e territoriale, sono ancora sulla carta, in continuità con l' eterno immobilismo di governo del centrosinistra.

L'unico successo che Fugatti può vantare è il concerto di Vasco Rossi, la cui organizzazione, grazie alla "buona stella" che in certe occasioni assiste il Trentino, si è svolto fortunatamente senza incidenti, malgrado le criticità coraggiosamente anticipate dal dottor Maccani e successivamente confermate da sindaco e questore.

Vasco dunque.... troppo poco per assolvere la quinquennale amministrazione provinciale targata Lega, mentre la grottesca destituzione del dottor Maccani, reintegrato nei giorni scorsi dal giudice del lavoro al vertice della polizia amministrativa e l'annullamento della nomina dello stesso giudice dell'avv. Bernardi a capo dell' avvocatura provinciale, sono la testimonianza che il nuovo governo annunciato da Fugatti all ' inizio della sua presidenza è rimasto una pia intenzione.

La nomina dell' avv. Bernardi, già liquidatore di Trento Rise (affare Deloitte) ha dell'incredibile.....

A Fugatti, allora, chiediamo che cosa abbia fatto la Provincia per incassare i milionari risarcimenti rivendicati a seguito dell' omonimo scandalo e dei fiumi di denaro pubblico a suo tempo spesi (giunte Dellai e Rossi)?

Ma torniamo alla "Gerosa's story".

Se la candidatura alternativa al presidente uscente lanciata da Fdl, ha posto il partito della Meloni al centro dell'agenda politica, Lega e partitini, da FI alla Civica (Gottardi) a Tonina (Grisenti), isolando FdI, fanno quadrato nel sostenere Fugatti.

Tuttavia, la Biancofiore, a nome dei centristi ( chi sono e dove sono?) rivendica "tra i due litiganti..." il terzo nome (?).

Sul versante dell'opposizione, il solo Degasperi (Onda) si fa sentire, esclamando "l'inadeguatezza di Fugatti è proprio la candidatura Gerosa!"

Ma è un'opposizione divisa e impotente (tanto in Trentino quanto a Roma). Basti pensare che sono anni che il consiglio provinciale è privo del vicepresidente spettante alle minoranze, la cui divisione ne impedisce l'elezione: un vulnus istituzionale unico nella storia dell'autonomia.

Infine, quei spiazaroi di FdI (vigilante bolzanino e fiume carsico) si affrettano a confermare che la candidatura Gerosa è una proposta seria e non una " boutade".

Tuttavia, "excusatio non petita, accusatio manifesta". Noi sulla "boutade" qualche idea ce l'abbiamo.....

Appuntamento alla prossima puntata della "Gerosa's story ".

Quei spiazaroi  di Fratelli d'Italia

Chi è online

 259 visitatori online