Dom08012021

Last update11:19:00

Back Politica Politica e Società Politica Locale M&M: alzo zero su Forza Italia (e Cia)

M&M: alzo zero su Forza Italia (e Cia)

  • PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Trento, 28 febbraio 2015. - di Claudio Taverna

Oggi, ultimo giorno di febbraio: conferenza stampa dei consiglieri comunali Gabriella Maffioletti e Giorgio Manuali. Ex a tutti gli effetti. Lasciano Forza Italia e il consiglio comunale di Trento. E lo fanno usando l'artiglieria pesante.

In perfetto orario, dopo che operatori e cronisti avevano raggiunto la Sala della Natività di Palazzo Thun, ha introdotto il decano Giorgio Manuali, uno dei fondatori di Forza Italia in Trentino,

Le sue parole sono state cannonate ad " alzo zero" nei confronti del suo ex partito, o meglio della attuale dirigenza (Catanzaro, Bezzi, Zanetti). " Ci hanno trattato come se fossimo degli ectoplasmi – ha detto - e in effetti così ci sentiamo". Ha ribadito che il candidato sindaco doveva essere il senatore Sergio Divina, come era stato deciso in un primo tempo, ma così non è stato. E continuando " erano stati fatti altri nomi, come quello di Francesca Gerosa o di Andrea Merler, anche se non facevano parte di Forza Italia (ex PdL), ma non ci hanno coinvolto, eppure Maffioletti ed io, costituendo il gruppo consiliare 'azzurro', eravamo più che legittimati ad esprimerci".

E in un crescendo, ha annuciato " probabilemnte non andrò nemmeno a votare e se ci andrò non voterò per il centrodestra. Solo se accadesse un miracolo e Sergio Divina si candidasse sindaco, allora potrei recedere dai miei propositi" - ha commentato, aggiungendo " lo sosterrei convintamente anche entrando nella sua lista, ma so che non lo farà perchè è uomo di partito e si atterrà alle decisioni assunte."

Successivamente ha preso la parola Gabriella Maffioletti. " Sono delusa ed amareggiata, ma rivendico con fierezza ed orgoglio le battaglie che ho condotto in questi anni, dalla difesa degli inquilini Itea a quella dei minori" – ha esordito. " Ho scoperto e denunciato le storture e i diffusi conflitti di interessi nella gestione dei servizi sociali. L'ho fatto a viso aperto e con coraggio, quando solo a toccare questi argomenti si suscitano forti reazioni e non sempre si sa dove vanno a colpire. Ho capito anche dagli eventi di questi ultimi giorni che la politica va riforma, ma è possibile farlo solo se si cambiano i protagonisti e se le decisioni vengono prese veramente dal basso." Concludendo, ha ribadito " per queste ragioni ho decisio di non ricandidarmi, ma continuerò da 'cittadina' ad occuparmi della gente, soprattuto di quella più umile, come ho sempre fatto".

Entrambi, hanno sostenuto " nulla di personale nei confronti di Claudio Cia", ma, essendo questa l'espressione più comune del " politicamente corrento", è di tutta evidenza che la conferenza stampa di questa mattina suona anche come un diretto attacco sul piano polititico al candidato sindaco del centrodestra.

M&M: alzo zero su Forza Italia (e Cia)

Chi è online

 181 visitatori online