Sab08082020

Last update03:17:48

Back Politica Politica e Società Politica Nazionale Tutta colpa di quel 3%!!!

Tutta colpa di quel 3%!!!

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Trento, 21 maggio 2020. - di Giannantonio Radice

Non avevamo dubbi, al Senato si è consumata la prevista solita commedia! Da quando Italia Viva è nata il suo condottiero Matteo Renzi ci ha abituato a comportamenti che risultano diametralmente opposti; da una parte una presa di posizione lucida ,precisa e argomentata contro le decisioni degli alleati, dall'altra la sconcertante negazione degli ovvi atti che dovrebbero essere consequenziali. Insomma un "can che abbaia e che non morde".

Nelle intenzioni del Capo di Italia Viva non doveva andare così; dopo essere stato l'artefice della nascita del governo giallorosso e dopo aver, secondo un suo preciso progetto, abbandonato il PD per fondare un suo nuovo partito si è dovuto arrendere ad una realtà che non rientrava nelle sue previsioni.

L'elettorato che lo doveva seguire, dimostrando di non condividere l'eccessivo cinismo machiavellico attuato, lo ha punito, in via continuativa, con percentuali di condivisione attorno al 2%/3% ben lontane dalle attese.

E così la tentazione di spingere per nuove elezioni che lo avrebbero ulteriormente umiliato, lo hanno spinto di contino a percorrere iniziative controcorrente che lo possano tenere a galla. La situazione creatasi invece di suggerirgli un cambiamento comportamentale idoneo finalmente ad un ampliamento dei consensi, lo inducono invece a preferire la visibilità rispetto alla serietà coerente delle prese di posizione, esponendosi invece alle ironie e ai poco edificanti giudizi dei suoi colleghi e dei cittadini. Cosicché Renzi e Italia Viva si sono posti come campioni di "Coerenza dell'Incoerenza".

Certamente provocare in questo momento una crisi di Governo (che comunque ritengo, anche in presenza di una sfiducia al ministro Bonafede non ci sarebbe stata ma avrebbe comportato solo la sua sostituzione) sarebbe certamente inopportuna e solo portatrice di ulteriori problemi, ma avrebbe mostrato finalmente un Matteo Renzi e una Italia Viva finalmente seri e affidabili.

E invece nulla di tutto questo,

Pensare che un domani, come si vocifera, possa/no essere protagonista/i di una nuova coalizione a trazione centrodestrossa, mette qualche brivido.

Tutta colpa di quel 3%!!!

Chi è online

 278 visitatori online