Ven07232021

Last update03:43:37

Back Politica Politica e Società Speciale Elezioni Andrea Merler furibondo: «Oltre ai nomadi Trento si dovrà tenere anche le prostitute»

Andrea Merler furibondo: «Oltre ai nomadi Trento si dovrà tenere anche le prostitute»

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Conferenza stampa CTTrento, 25 marzo 2015. - Redazione

Dopo la presentazione di proposta di delibera nella conferenza stampa del 6 marzo (leggi qui) si era paventata un'apertura da parte della maggioranza per la risoluzione del problema legato alla prostituzione nelle strade di Trento.

L'articolo 86 ter doveva essere inserito nel regolamento di polizia urbana sotto la voce «contrasto al fenomeno della prostituzione» e prevedeva: il divieto di contattare o concordare prestazioni sessuali a pagamento con soggetti che esercitano l'attività di meretricio; il divieto di assumere atteggiamenti, modalità, comportamenti che manifestano inequivocabilmente l'intenzione di adescare o esercitare l'attività di meretricio. La violazione di quanto sopra comporta sanzioni da 100 a 500 euro.

La maggioranza, nella riunione del consiglio comunale di ieri sera, ha bocciato la proposta di Andrea Merler di Civica Trentina. La motivazione spiegata da Ivana Di Camillo è semplice: l'inserimento di sanzioni nei regolamenti di polizia urbana rischia di criminalizzare categorie di persone e non risolve il problema. La maggioranza infatti pensa che le sanzioni danneggino le prostitute e i clienti, ma non gli sfruttatori.

La bocciatura appare in netto contrasto con ciò che aveva affermato il capo dei vigili urbani Lino Giacomoni il giorno prima, lo stesso aveva espresso un parere tecnico positivo, portando anche ad esempio numerose città dove tale operazione ha liberato le strade dalla prostituzione.

La maggioranza nello spiegare le motivazioni non è stata molto convincente, «intendono responsabilizzare le prostitute e i clienti - spiega un furibondo Andrea Merler - chiedendo loro di vestirsi in modo adeguato, pulire le strade, e tenere un comportamento decoroso, ma la cosa che fa sorridere è che intendono mandare sulla strada le assistenti sociali per convincere i clienti a starsere a casa con la famiglia, siamo ormai alla follia, è una cosa imbarazzante».

«È una presa in giro per i cittadini di Trento - continua Merler - Potevano essere sollevate altre eccezioni. La mia proposta è stata messa in pratica altrove e il parere della polizia municipale è favorevole. Loro vogliono dare lavoro alle cooperative gestite dagli amici degli amici, e come sempre per il nostro sindaco la colpa è della società».

Durante il corso della seduta Giorgio Manuali (ex forzista), ha confermato che voterà Andreatta. Questo perché a parer suo il candidato di centro destra non doveva essere Claudio Cia. Dopo l'annuncio di Manuali si è registrato un'allegro siparietto che ha visto protagonista Nicola Giuliano che ha replicato, «Mi auguro che tale annuncio sia di buon auspicio per il centrodestra, che con la presenza fra le sue file di Manuali perdeva sempre»

Anche Merler attacca Manuali, e affonda, «cosa non si fa a fine carriera per strappare alcuni titoli su qualche giornale, un uomo che ha sempre criticato il sindaco Andreatta su tutti i temi legati alla città di Trento improvvisamente lo appoggia, evviva la coerenza».

Laconico l'ultimo commento dell'esponente di Civica Trentina, «ora, a Trento, oltre ai Nomadi ci dovremo tenere anche le prostitute».

Andrea Merler furibondo: «Oltre ai nomadi Trento si dovrà tenere anche le prostitute»

Chi è online

 341 visitatori online