Gio09242020

Last update01:38:51

Back Politica Politica e Società Speciale Elezioni E lo chiamano “calice in mano”

E lo chiamano “calice in mano”

  • PDF
Valutazione attuale: / 10
ScarsoOttimo 

Calice in manoTrento, 9 maggio 2015. - di Claudio Taverna

Una breve rassegna fotografica per spiegare il titolo. Ma forse non c'era di bisogno. La spiegazione sta nei fatti e nelle parole. Il sindaco Andreatta, quello dei" buchini d'argento", ha chiuso la sua campagna elettorale, in una piazza desolatamente vuota. Ma si è rifatto "bocca e morale", nei bar di piazza Cesare Battisti: lo vediamo, naturalmente con il " calice in mano".

Solo per gli smemorati ricordo che il "prof." Andreatta è responsabile, con Pacher e Dellai, della più grande speculazione immobiliare della storia millenaria di Trento: il Quartiere delle Albere. Lo ritroviamo, proprio lì, con Pacher e Piano e l'immancabile " calice in mano".

Per anni, aveva sostenuto la necessità dell'inceneritore ad Ischia Podetti, Poi non si fece più nulla, ma non importa: progetti, consulenze, perizie e tanto denaro, buttati dalla finestra. Lo avrà spiegato a Del Rio, neo ministro delle infrastrutture, piombato a Trento a nostre spese, per fargli campagna elettorale. Anche nell'occasione, il brindisi è di rigore!

Dopo aver predicato, per anni, che Trento è una città sicura così si è espresso, l'altro giorno: "Trento è una città che funziona e da lì ripartiamo per prendercene cura assieme" e in un crescendo rossiniano, rivolto allo sparuto gruppetto di candidati sgomenti, così ha concluso " vi farò sognare"!

Solo, per gli smemorati e per chi lo ha votato: la sintesi della carriera politica di " calice in mano".

Nel 1995 è stato eletto consigliere comunale a Trento. Nel 1998 è stato nominato Assessore comunale all'urbanistica, edilizia privata e toponomastica nelle file dei Democratici Popolari] L'8 maggio 2005 è diventato vicesindaco per la Civica Margherita.

Quando il sindaco Alberto Pacher ha rassegnato le dimissioni il 25 settembre 2008 Andreatta lo ha sostituito come sindaco reggente funzioni.

Le elezioni si sono tenute il 3 maggio 2009 e Andreatta ha vinto al primo turno con 33.468 voti (64,42%). (da Wikipedia).

Andreatta, lo conosciamo bene, dunque. E' in comune da 10 anni. E' ora di cambiar pagina!

calice in mano

calice in mano

Calice in mano

Alessandro Andreatta

E lo chiamano  “calice in mano”

Chi è online

 239 visitatori e 1 utente online