Serie A1, L'itas Diatec Trentino passa anche a Perugia

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

alt 

Tre punti per continuare la scalata verso le posizioni più nobili della classifica di Serie A1: l’Itas Diatec Trentino li ha ottenuti questa sera nel recupero del secondo turno grazie al successo per 3-0 sul campo della Sir Safety Perugia.
La marcia dei Campioni del Mondo in campionato prosegue quindi spedita e senza intoppi; i gialloblù oggi sono passati al PalaEvangelisti sfoderando una prestazione al solito priva di grosse sbavature, ma al tempo stesso pratica e spietata. La settima vittoria consecutiva per 3-0 fra Mondiale per Club, Champions League e regular season consente alla squadra di Stoytchev di fare un ulteriore balzo in avanti, raggiungendo Cuneo al quinto posto e mettendo nel mirino Latina (prossimo avversario) e Piacenza, che la precedono di un punto.
Non è bastato un ambiente carico ed entusiasta per le tre vittorie consecutive, come quello umbro per fermare questa Itas Diatec Trentino; prese le misure all’impianto e agli avversari durante il primo parziale, Kaziyski e compagni sono stati bravi a non farsi prendere troppo la mano nei pochi momenti equilibrati della gara (finale di secondo set e parte centrale del terzo) conseguendo una vittoria legittima e frutto soprattutto dell’ottima serata a muro (13 complessivi, sei del solo Birarelli) e dell’attacco (52% di squadra). Alla fine infatti solo il capitano ha chiuso con percentuali inferiori al 50%; tutti gli altri sono invece stati efficaci, con i picchi di Juantorena (60%, al solito infermabile) e della coppia Stokr-Birarelli (58%).

La cronaca del match. In avvio di match Stoytchev decide di non applicare alcun turnover nonostante i tanti impegni ravvicinati e sceglie quindi di affidarsi ai sette titolari visti in campo negli impegni ufficiali più recenti. Scelta simile a quella di Kovac, tecnico umbro, che risponde confermando l’assetto che gli offre più garanzie, con Daldello ancora una volta preferito a Van Haskamp in regia. I gialloblù partono forte con servizio ed attacco: Stokr firma il primo vantaggio da seconda linea (5-4), Kaziyski in battuta lo rende più ampio (8-5); nella parte centrale Perugia perde ulteriormente contatto iniziando a diventare più fallosa. Un errore da seconda linea di Tamburo dà il +4 (11-7), un altro break di Kaziyski e un muro di Birarelli su Alletti fanno invece +6 (16-10). Per conquistare il primo parziale ai Campioni del Mondo basta quindi amministrare il vantaggio (18-12, 22-18) e chiudere sul 25-21 con Sintini in campo al posto di Raphael e subito autore di un paio di alzate strappa applausi.
Speculare l’inizio del secondo set, con Trento che crea subito il divario con Stokr e Juantorena (7-5); Perugia però non vuole replicare il copione precedente e reagisce conquistando la parità già sul 10-10. Stokr e Burgsthaler costruiscono nuovamente il +2 (14-12) ma un passaggio a vuoto di Kaziyski sul servizio del neoentrato Van Harskamp ribalta la situazione (14-16). La squadra di Stoytchev si riprende però subito e con lo stesso Stokr si rimette in carreggiata (18-18), prima di compiere il sorpasso sul 22-21 (invasione di Schwarz). A risolvere lo sprint ci pensa ancora l’opposto ceco, ex di turno, che firma il muro su Petric che vale il 25-23.
Equilibrato anche l’avvio di terzo parziale; l’Itas Diatec Trentino rimane avanti sempre di un paio di punti (6-4, 8-7, 13-11) ma non riesce a prendere il largo nonostante i tanti regali umbri. Sul 14-14 il break gialloblù: Juantorena va a segno due volte consecutivamente e Raphael mura Petric per il 18-14; Kovac chiede time out e trova dal servizio di Petric sul neoentrato Lanza (due ace consecutivi) la reazione desiderata (18-17). E’ solo l’ultimo spunto d’orgoglio perché poi ci pensano Juantorena in attacco e Birarelli a muro a mettere definitivamente la parola fine: 25-20 e 3-0.
“Successo e prestazione importante – ha dichiarato nel post partita Radostin Stoytchev – , perché arrivata a pochi giorni dal successo con Cuneo e riuscendo ancora una volta a non lasciare nulla per strada. Sono contento perché, come successo nel recente passato, siamo riusciti a risolvere la situazione attingendo a risorse ogni volta differenti; in questo caso è stata la battuta a creare il divario, il fondamentale che forse aveva funzionato meno domenica scorsa. Abbiamo avuto un approccio alla gara molto convincente, tant’è vero che le cose migliori le abbiamo fatte nel primo set e mezzo, poi abbiamo sofferto un po’ di più ma siamo riusciti a conquistare comunque la vittoria in tre set, sfruttando al massimo anche la grande vena di Juantorena in attacco”.
L’Itas Diatec Trentino non rientrerà a Trento ma proseguirà il proprio viaggio venerdì mattina in direzione di Latina, dove sabato pomeriggio (ore 17.30) disputerà il match valido per il sesto turno di regular season che godrà della diretta tv su Rai Sport Uno oltre che di quella consueta su Radio Dolomiti. 

Di seguito il tabellino del recupero della gara valevole per la seconda giornata di Serie A1 giocata questa sera al PalaEvangelisti di Perugia.

Sir Safety Perugia-Itas Diatec Trentino 0-3
(21-25, 23-25, 20-25)
SIR SAFETY: Daldello, Vujevic 8, Alletti 6, Tamburo 3, Petric 14, Semenzato 5, Giovi (L); Edgar 5, Van Harskamp 1, Schwarz 1, Pochini. N.e. Van Rekom, Tomassetti. All. Slobodan Kovac.
ITAS DIATEC TRENTINO: Raphael 2, Juantorena 18, Birarelli 13, Stokr 13, Kaziyski 10, Burgsthaler 2, Bari (L); Colaci (L), Sintini, Lanza. N.e. Chrtiansky, Uchikov e Valsecchi. All. Radostin Stoytchev.
ARBITRI: Bartolini di Signa (Firenze) e Castagna di Bari.
DURATA SET: 26’, 29’, 28’; tot 1h e 23’.
NOTE: 2.500 spettatori; incasso non comunicato. Sir Safety: 5 muri, 6 ace, 10 errori in battuta, 6 errori azione, 33% in attacco, 59% (21%) in ricezione. Itas Diatec Trentino: 13 muri, 2 ace, 11 errori in battuta, 8 errori azione, 52% in attacco, 55% (29%) in ricezione.

 

Trentino Volley S.p.A.

Ufficio Stampa

 

Visita il nostro sito http://www.trentinovolley.it/" style="text-decoration:underline;color:purple;outline:0px">www.trentinovolley.it

Serie A1, L'itas Diatec Trentino passa anche a Perugia