Dom12082019

Last update10:35:39

Back Sport Sport e Tempolibero Calcio Trasferta di cartello sul campo della Triestina

Trasferta di cartello sul campo della Triestina

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Domenica, con calcio d'inizio alle ore 17.30, i biancorossi di mister Stefano Vecchi affrontano la Triestina sul terreno del "Nereo Rocco" nella sedicesima giornata d'andata del girone B

Bolzano, 22 novembre 2019.Redazione*

Nella 16esima giornata del campionato si serie C girone B, l'FC Alto Adige/Südtirol affronta la nona trasferta stagionale. Domenica (calcio d'inizio alle 17.30), i biancorossi saranno di scena sul terreno del "Nereo Rocco" di Trieste per affrontare la Triestina.

Lontano dal "Druso" la squadra di Stefani Vecchi ha raccolto ha raccolto 17 dei 32 punti che vanta in classifica e che equivalgono al secondo posto in classifica, ad un punto dal Vicenza capolista e con due lunghezze di vantaggio sull'attuale terza della classe, la Reggio Audace. Il ruolino di marcia dell'FCS in trasferta è di 5 vittorie, segnatamente a Pesaro, a Fano, in casa dell'Arzignano, a Cesena e a Padova, 2 (pareggi a Rimini e sul campo dell'Imolese) e una sconfitta, in casa della Feralpisalò. La Triestina occupa l'undicesimo posto in classifica con 19 punti, frutto di 6 vittorie e un pareggio (7 le sconfitte) in 14 partite. Gli alabardati, infatti, non sono scesi in campo domenica scorsa sul campo dell'Imolese, causa impraticabilità di campo. In casa al "Nereo Rocco", la formazione giuliana ha colto 12 punti in sette gare (4 vittore e 3 sconfitte).

IN CAMPO

In casa FCS, non sono disponibili gli infortunati Hannes Fink e Marco Crocchianti e mancherà anche Mario Ierardi, stoppato per un turno dal giudice sportivo per cumulo di cartellini gialli.

La lista dei convocati di mister Stefano Vecchi sarà diramata sui nostri canali social nel pomeriggio di domani.

I NOSTRI AVVERSARI

L'Unione Sportiva Triestina Calcio nasce il 18 dicembre 1918 dalla fusione delle squadre Trieste Football Club e Circolo Sportivo Ponziana Trieste, a distanza di poco più di un mese dalla fine della prima guerra mondiale che assegnò la città e il suo territorio all'Italia. La sua genesi avvenne nello storico caffè Battisti sito in viale XX settembre 32 e venne ratificata il successivo 2 febbraio 1919.
Partecipò fin da subito al campionato calcistico della Venezia Giulia, scalando ben presto le categorie del calcio italiano: nel 1921 il primo campionato nazionale di III divisione, mentre nel 1924 venne promossa in seconda. Pur non avendovi diritto, per completare l'organico nel 1929 viene ammessa alla nuova serie A, categoria dove rimase ininterrottamente fino al 1957, l'anno della prima retrocessione della società rossoalabardata. Se il secondo posto nel campionato 1947/48 (con Nereo Rocco alla guida della squadra) alle spalle del Grande Torino rimane la posizione in classifica più ragguardevole mai raggiunta dalla compagine alabardata nel campionato di serie A, il 1938 rimane l'anno in cui più si avvicina al titolo nazionale, scudetto solo sfiorato e terzo posto finale. La dimostrazione della qualità della rosa di quegli anni della Triestina è data dalla quantità di giocatori prestati alla Nazionale, fra i quali Gino Colaussi e Pietro Pasinati. Nel 1957 la prima retrocessione in serie B alla quale fece seguito un immediato ritorno in A l'anno successivo. Il campionato 1958/59 segnò il canto del cigno della Triestina nella massima serie, con la sua ultima apparizione in A della storia. Da quell'anno in poi seguì un lento periodo di declino nelle serie minori fino a toccare il punto più basso con la serie D nei primi anni '70. Il ritorno in serie B è datato 1983, a cui hanno fatto seguito una serie di tentativi infruttuosi di promozione in serie A negli anni immediatamente successivi. Nel 1994 il primo fallimento societario e la successiva ripartenza dalla serie D, fino alla doppia promozione attraverso i play-off dalla serie C2 alla B fra il 2001 e il 2002. I successivi nove anni consecutivi di serie B costituiscono il punto più alto della recente storia alabardata conclusasi amaramente con il secondo fallimento del 2012. Poi il periodo più buio e amaro della storia della Triestina, fra ripartenza dall'Eccellenza a salvezza all'ultima giornata in serie D, fino alla scomparsa del marchio dalle maglie. Dall'aprile 2016, con l'acquisto della società da parte di Mario Biasin, l'inizio di un nuovo percorso, affidato a Mauro Milanese, con l'obiettivo di tornare un passo alla volta nelle categorie che più competono alla società rossoalabardata. Nel maggio 2016 il sodalizio viene riaffiliato con il nome di Società Sportiva Dilettantistica Unione Sportiva Triestina Calcio 1918 (ottenendo inoltre dai tifosi la concessione d'uso dello stemma storico) ed ammesso al campionato di Serie D 2016-2017. Gli alabardati (allenatore Andreucci) chiudono il campionato al secondo posto nel proprio girone, alle spalle della capolista Mestre: grazie alla successiva vittoria nei play-off (battendo prima l'Abano Terme e poi in finale la Virtus Vecomp Verona) acquisiscono il diritto di prelazione su eventuali ripescaggi. Inizialmente, preclusi dal ripescaggio, videro spalancarsi di fatto le porte del professionismo dopo cinque anni dal fallimento, disputando la stagione seguente in Serie C. Nelle prime due stagioni in terza serie (la prima con mister Giuseppe Sannino, la seconda con Massimo Pavanel in panchina) la squadra coglie un undicesimo e un secondo posto, piazzamento quest'ultimo che nel 2019 la porta a disputare i playoff sino alla finale persa nel doppio confronto contro il Pisa. 28 stagioni nel massimo campionato, 26 in seconda divisione 25 in terza serie.
All'inizio della terza stagione in C, quella attuale, dopo una serie di risultati deludenti, la società solleva dall'incarico l'allenatore Pavanel per sostituirlo con Carmine Gautieri

IL CAMMINO IN CAMPIONATO

La Triestina ha giocato 14 gare su 15 (rinviata la sfida in casa dell'Imolese domenica scorsa), cogliendo 19 punti, frutto di 6 vittorie, 1 pareggio e 7 sconfitte con 19 reti all'attivo e 21 al passivo. In casa, i rossoalabardati hanno conquistato 4 successi (con Gubbio, Arzignano, Padova e Fano) e 3 sconfitte (Piacenza, Ravenna, Vicenza) segnando 9 reti e subendone 8. In trasferta i successi a Pesaro e a Fermo, il pareggio a San Benedetto del Tronto e le sconfitte a Cesena, Verona, Reggio Emilia e Salò.

GLI EX

Sono quattro gli ex della partita. Tre in casacca alabardata e uno in maglia biancorossa. Ha giocato a Trieste due stagioni l'attaccante dell'FCS Mirco Petrella, classe 1993, segnatamente nel 2017/2018 (25 presenze e 6 reti) e nel 2018/2019 (34 presenze, 8 reti). Vestono la casacca della Triestina il portiere Daniel Offredi, classe 1988, all'FCS nel 2017/2018 (35 presenze) e la stagione successiva fino a gennaio (21 gare), il difensore classe 1992 Paolo Frascatore, biancorosso nel 2017/2018 con 34 gare e 2 reti e l'attaccante del 1990 Rocco Costantino che a Bolzano ha giocato nel 2017/2018 (35 presenze, 14 gol) e l'anno dopo fino a gennaio (18 presenze, 4 reti).

I PRECEDENTI IN CAMPIONATO

Sei i precedenti in terza divisione nazionale con 3 vittorie FCS e altrettanti pareggi, di cui un successo e due pareggi esterni. FCS e Triestina si sono incontrati il 6 novembre 2011 per la prima volta, al "Nereo Rocco" e vinsero i biancorossi 1-2, pareggio per 1-1 nel ritorno al "Druso" il 25 marzo. Nel 2017/2018, il 17 settembre 1-1 a Trieste con reti di Costantino per gli ospiti al 31' e Bracaletti per i giuliani al 68'. Il 27 gennaio nel ritorno: 2-1 FCS con reti di Costantino al 50', pareggio di Bracaletti al 69' e gol-partita di Bajic all'86'. Lo scorso anno: il 17 ottobre 2018 2-0 FCS al "Druso" (13' De Cenco, 56' Fabbri) e 0-0 nella gara di ritorno il 12 febbraio a Trieste.

L'ARBITRO DELL'INCONTRO

Dirige la sfida al "Nereo Rocco" di Trieste il Signor Paride Tremolada della sezione di Monza, coadiuvato dai Sigg. Andrea Nieddi e Gianluca d'Elia, entrambi di Ozieri

IL PROGRAMMA

Serie C Girone B - 16. Giornata (24.11.2019)

23.11. 20:45 Virtus Verona - Carpi
24.11. 15:00 L.R. Vicenza - AJ Fano
24.11. 15:00 Padova - Rimini
24.11. 15:00 Sambenedettese - FeralpiSalò
24.11. 15:00 Vis Pesaro - ArzignanoChiampo
24.11. 17:30 Cesena - Modena
24.11. 17:30 Fermana - Reggio Audace
24.11. 17:30 Piacenza - Imolese
24.11. 17:30 Ravenna - Gubbio
24.11. 17:30 Triestina – Alto Adige/Südtirol

*comunicato

Trasferta di cartello sul campo della Triestina

Chi è online

 212 visitatori online