Ven12092022

Last update12:24:20

Back Sport Sport e Tempolibero Calcio L'Udinese continua a volare e batte anche l'Inter

L'Udinese continua a volare e batte anche l'Inter

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Il vantaggio di Barella viene neutralizzato dall'autogol di Skriniar. Nella ripresa Bijol e Arslan firmano il successo. Testa della classifica momentanea per i bianconeri

Udine, 18 settembre 2022.Redazione*

L'Udinese scende in campo alla Dacia Arena nel lunch match della settima giornata di Serie A contro l'Inter di Simone Inzaghi. Il tecnico bianconero Andrea Sottil schiera dal primo minuto Jaka Bijol e Beto dal primo minuto. Perez ritorna a sinistra nella difesa a tre, mentre a centrocampo ci sono Lovric e Makengo ai fianchi di Walace.

L'undici friulano é formato da Silvestri tra i pali, difesa con Becao, Bijol e Perez, a centrocampo Lovric, Walace e Makengo, sulle corsie esterne Pereyra a destra e Udogie a sinistra, in avanti Beto e Deulofeu. L'Inter gioca con il 3-5-2 speculare agli avversari con Handanovic in porta, retroguardia formata da Skriniar, Acerbi e Bastoni, in mediana Barella, Brozovic e Mkhitaryan, gli esterni sono Dumfries e Darmian, la coppia in attacco è Dzeko-Martinez. Udinese in bianconero, Inter nella classica divisa nerazzurra.

I friulani attaccano da sinistra verso destra. Subito grande aggressività da parte della formazione di Sottil che va a pressare alta gi avversari. Al 2' Udinese già pericolosa. Becao imbecca Pereyra sulla destra, palla dell'argentino per Deulofeu che avanza e serve tra le linee l'accorrente Lovric al limite dell'area di rigore avversaria. Tiro di prima intenzione con palla fuori di poco. Al 5' l'Inter si porta in vantaggio da calcio piazzato per un fallo ingenuo di Perez su Darmian al limite dell'area. Conclusione perfetta di Barella che infila Silvestri sotto la traversa. Udinese-Inter 0-1.

I bianconeri provano a reagire ma l'Inter si chiude bene. Al 14' Deulofeu non sfrutta un calcio piazzato mandando calibrando male il traversone. I nerazzurri, dopo il pericolo del secondo minuto, hanno preso le misure agli avversari. Al 17' azione avvolgente dell'Udinese che porta al cross Udogie, ma l'esterno apre male il sinistro mandando la palla direttamente tra le braccia di Handanovic. Deulofeu svaria su tutto l'arco dell'attacco non dando punti di riferimento alla difesa nerazzurra, come anche Pereyra che si accentra molto sulla trequarti offensiva. L'Inter comunque non riesce a ripartire schiacciata dalla vevemenza della squadra di Sottil che prova con il gioco orizzontale e verticale tra le linee, ma Beto finora é ben controllato. Al 23' l'Udinese pareggia. Punizione battuta in area da Deulofeu che trova la sfortunata deviazione di Skriniar. Udinese-Inter 1-1.

La pressione dei bianconeri si é concretizzata anche se il pareggio é arrivato da un autogol sfortunato del centrale nerazzurro, forse ingannato dal colpo di testa mancato da Beto sul traversone di Deulofeu. Al 30' l'Inter va vicinissima al nuovo vantaggio. Cross dalla sinistra di Darmian per la sponda di petto di Dzeko che trova Bastoni, gran sinistro e grandissima risposta di Silvestri che devia in angolo. Inzaghi al 31' sostituisce proprio Bastoni con Dimarco e Mkhitaryan con Gagliardini. Corner liberato da Becao, poi Dimarco manda alto con il destro. Al 32' altra azione pericolosa dei nerazzurri con Dumfires che trova l spazio per mettere in area un cross girato di testa da Dzeko con palla di poco a lato. Le squadre si stanno un pò allungando cercando il lancio lungo per gli avanti. Al 45' i nerazzurri sprecano una buona opportunità in ripartenza perché Dumfries invece di servire Barella libero, al limite dell'area bianconera, prova un cross che finisce in curva. L'Udinese al 48' non sfrutta un buon calcio di punizione per fallo di Darmian su Becao. Deulofeu prova la conclusione diretta in porta calibrando male. L'arbitro manda le due squadre negli spogliatoi. Primo tempo giocato a viso aperto dalle due squadre. L'Udinese é partita forte e aggressiva subendo, però, il vantaggio dell'Inter da calcio piazzato. La squadra di Sottil non si é persa d'animo spingendosi in avanti e alzando la pressione sui nerazzurri che hanno perso campo. Il pareggio su autogol di Skriniar é meritato. Inzaghi ha cambiato a centrocampo e sulla sinistra, inserendo Gagliardini e Dimarco, ma i friulani hanno continuato ad affrontare l'avversario a viso aperto anche se le migliori occasioni per ritrovare il vantaggio le hanno avute i nerazzurri.
Riprende la gara senza cambiamenti nei due schieramenti.

Al 48' i bianconeri non sfruttano un corner. Deulofeu manda direttamente oltre la traversa di Handanovic dalla bandierina. Un minuto dopo il numero dieci spagnolo inventa per Pereyra che va alla conclusione non inquadrando la porta. Al 51' punizione per l'Inter battuta da Dimarco direttamente in porta, ma Silvestri non si fa sorprendere e allontana di pugni. I nerazzurri continuano ad attaccare. Sugli sviluppi di un corner, palla a Dimarco che crossa di destro trovando il gran colpo di testa di Dumfries che manda di poco alto sopra la traversa di Silvestri. Al 55' Barella serve Dzeko trovando un corridoio favorevole all'attaccante bosniaco che aggira Silvestri e mette dentro, ma si alza la bandierina per segnalare il fuorigioco del numero 9 nerazzurro. La gara si sta innervosendo e i falli duri a centrocampo si susseguono. Sono già stati ammoniti Becao, Pereyra e Udogie per l'Udinese, Bastoni, Mkhitaryan, Brozovic e Darmian per l'Inter. Al 60' Sottil sostituisce Makengo con Samardzic.

Al 63' grande azione personale di Lovric che va via in velocità, si accentra e lascia partire un destro che Handanovic riesce a deviare in calcio d'angolo con la punta delle dita. Due corner consecutivi per i friulani senza esiti. Al 68' doppio cambio per l'Inter con l'ingresso sul terreno di gioco da parte di D'Ambrosio e Correa per Dzeko e Darmian. Nell'Udinese entrano Success ed Ehizibue per Pereyra e Beto. Subito punizione per l'Udinese guadagnata da Success e non sfruttata da Samardzic. Al 71' Inter pericolosa dalla bandierina con Dimarco che trova Lautaro sul primo palo, ma il colpo di testa dell'argentino attraversa lo specchio della porta di Silvestri terminando dalla parte opposta. Al 73' é l'Udinese ad essere pericolosa. Prima con Deulofeu che di destro colpisce il palo ad Handanovic battuto, e poi con Ehizibue che scarica un destro potente con la palla che carambola su due nerazzurri. I bianconeri stanno cercando di sfruttare le ripartenze guidate come sempre da Deulofeu. Al 78' ancora bianconeri in avanti. Walace avanza con spazio e spara un destro che Handanovic respinge con i piedi calcolando male la traiettoria del tiro scoccato dal brasiliano. Al 79' Inzaghi cambia ancora inserendo De Vrij per Acerbi. Sottil risponde mettendo Arslan per Lovric ed Ebosse per Udogie. L'Udinese si porta in vantaggio al 85' con Bijol che, su angolo battuto da Deulofeu, impatta bene di testa e mette la palla nell'angolino battendo Handanovic. Udinese-Inter 2-1.

Gara che ormai ha perso ogni tatticismo dopo la rete dell'Udinese. Squadre lunghissime e possibilità su entrambi i fronti d'attacco. Al 90' azione pericolosa dell'Inter con il gran destro di Brozovic non trattenuto da Silvestri che poi cerca di recuperare palla scontrandosi con Lautaro. Fallo dell'argentino e punizione per i bianconeri. Cinque minuti di recupero. Al 93' Arslan chiude i conti. Samardzic si presenta al limite dell'area avversaria, allarga per Deulofeu che mette un cross sul secondo palo deviato in rete da Arslan con un perfetto colpo di testa che si infila sotto la traversa. Udinese-Inter 3-1.

Micidiale contropiede dei friulani che hanno portato due uomini nell'area avversaria. Finisce la gara della Dacia Arena.

L'Udinese ribalta l'Inter imponendosi 3-1 con un secondo tempo micidiale dal punto di vista tecnico-tattico. La squadra di Sottil rimonta i nerazurri mettendo in campo la solita aggressività che porta molti uomini nella metà del campo avversaria. Il vantaggio di Bijol é frutto di questo atteggiamento e di una lettura della partita ancora una volta vincente dal punto di vista delle sostituzioni e delle scelte tattiche da parte di Sottil.

Quando c'è stato bisogno, il tecnico bianconero ha inserito gli uomini che poi si sono rivelati decisivi, Samardzic e Arslan, per dare freschezza al centrocampo e vincere i duelli in velocità con gli avversari. L'Inter si é allungata dando spazi da attaccare all'Udinese che non si é fatta pregare per sfruttare i corridoi liberi. Deulofeu é stato il solito ispiratore con un palo e due assist. I bianconeri continuano a volare conquistando momentaneamente la testa della classifica di Serie A.

*da TuttoUdinese

(nella foto Gerard Deulofeu)

L'Udinese continua a volare e batte anche l'Inter

Chi è online

 273 visitatori online