Caterina “la rossa” fa suoi gli Stemmi comunali. Protesta di PTL

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Caterina Dominici con il cartello Cles, 16 marzo 2012.  - La signora Caterina Dominici, oggi consigliere provinciale e regionale del PATT, si "appropria" degli Stemmi dei comuni di Romallo, Brez, Revò e Cagnò per la marcia "pantirolese" su piazza Cesare Battisti (ironia della sorte). Lo denuncia i Giovan Battista Maestri, responsabile della Sezione Val di Non di Progetto Trentino Libero che segnala ai sindaci l'uso, anzi l'abuso commesso dall'esponente autonomista.

Ma cosa ha fatto Caterina "la rossa", così veniva chiamata, nel periodo dei suoi slanci giovanili verso il comunismo? Lo si vede dalla fotografia. Regge un cartello, con gli Stemmi dei quattro comuni della Valle di Non.

Nella lettera inviata ai sindaci, Maestri tra l'altro scrive "E' appena il caso di sottolineare che l'utilizzo dello Stemma induce l'opinione pubblica a pensare che vi sia stata l'adesione delle Istituzioni comunali e delle popolazioni alla manifestazione suddetta. Ecco perché ci permettiamo di chiedere se la signora Dominici ne fosse stata formalmente autorizzata. In caso contrario, anche per evitare in futuro l' utilizzo improprio dello Stemma, sollecitiamo cortesemente una pubblica presa di posizione sull'accaduto"

Caterina “la rossa” fa suoi gli Stemmi comunali. Protesta di PTL