Dom02052023

Last update11:11:26

Back Valli Valli del Trentino Alto Garda e Ledro L'ira del furioso Salvador Valandro. In pericolo il suo futuro?

L'ira del furioso Salvador Valandro. In pericolo il suo futuro?

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Salvador ValandroRiva del Garda, 16 febbraio 2012. - Reazione scomposta del presidente della Comunità di Valle, che invece di rispondere sui costi della sua Comunità che per il Presidente del Consiglio Monti, possono esistere solo a titolo onorifico, dunque gratuito, si scatena insultando l'istituto referendario e i consiglieri provinciali che "bighellonerebbero" percependo lo stipendio.

Primo. Sfido Valandro, che parla senza conoscere, a lavorare quanto il sottoscritto, sia nell'Istituzione, sia sul territorio – lo verifichi prima di dire sciocchezze - con un trattamento economico ben diverso da quello sparato dalla bava rabbiosa del Presidente e molto inferiore da quello che ha fatto ricchi e pensionati d'oro, tanti suoi amici di partito, segretari particolari e combriccola.

Secondo. Costi del referendum, costi della democrazia. Con la demagogia di vecchio stampo, sproloquia, sul costo referendario, senza mai essersi lamentato, in precedenza, per i referendum voluti con egual democrazia, dalla sinistra.

9.800 firme raccolte in circa 8 giorni, sono la risposta più vera dei trentini alle sciocchezze di qualche presidente che si arrocca in difesa di un'istituzione intermedia, non prevista dalla Costituzione cui tutti facciamo riferimento che genera costi e sistemi, che non migliorano per niente il servizio erogato ai cittadini, ma riproducono una "provincetta"con tutti i suoi centri di poteri e di controllo centrale, eliminando la capillarità, i poteri dei Sindaci e la sovranità dei territori.

Terzo. Alle improvvide asserzioni circa cosa si sarebbe potuto fare con i costi del referendum, ricordi il presidente, quanto si sarebbe potuto fare, con i costi generali dell'istituzione, delle elezioni, dove nella Busa ha partecipato solo il 30% dei votanti (!) e della nomina di assessori, nelle Comunità in Trentino; quanto avrebbero potuto fare i Comuni, in oltre un anno di limbo, senza gli scippi politici delle competenze e risorse, per dare al nuovo ente, quanto già stavano facendo in modo capillare, gli stessi Comuni, ma moltiplicandone i costi, le rappresentanze e la burocrazia.

Oltre a ciò, il Presidente che difende se stesso, si è dimenticato di portale alla luce il confronto richiesto sui costi, tra vecchi Comprensori e neo Comunità, preferendo le giustificazioni demagogiche alla sostanza dei fatti.

Su un punto la netta condivisione, ovvero la stima e ammirazione per le note della "Smag" e dei suoi cantori. Sono assolutamente d'accordo sulla non politicizzazione della musica e della scuola e proprio per questo, si organizzino dei concerti per tutti, ma non certo all'interno di un contenitore che, oggidì, in piena campagna referendaria, diventa una strumentalizzazione chiara, per attrarre a serate cosiddette, informative della propaganda, persone e situazioni che magari hanno anche firmato per il confronto referendario.

Valandro non si preoccupi per il resto, che, come per il sottoscritto a fine mandato non avendo il privilegio della pensione d'oro che hanno moltissimi suoi compagni, in caso di cancellazione referendaria del baraccone che dirige, non cade il mondo, ma l'ennesimo ente inutile e avrà sempre la possibilità di ritornare al suo lavoro. Ricordando anche, che proprio la Val di Ledro ci ha insegnato, come ridurre i costi della gestione politica del territorio, con unioni volute e non forzate, con scelte partite dal territorio e non da Trento.

Per il resto, lascio alle labbra di Valandro la rabbia per essere stato stanato, mentre ai cittadini le argomentazioni e la ragione di volersi confrontare in modo organico, su una riforma voluta dal potere trentino, alla faccia dei Sindaci e amministrazioni locali.

 

Claudio Civettini *

 

*Claudio Civettiini è consigliere provinciale della Lega Nord

L'ira del furioso Salvador Valandro. In pericolo il suo futuro?

Chi è online

 186 visitatori e 1 utente online