Dom01292023

Last update07:40:37

Back Valli Valli del Trentino Alto Garda e Ledro Riva del Garda: I contributi 'subacquei' del Comune

Riva del Garda: I contributi 'subacquei' del Comune

  • PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

un sommozzatore impeganto in pulizia subacqueaRiva del Garda, 4 giugno 2012. - di  Raffaele Ferroni

Su di un quotidiano del 1 giugno 2012 è apparso un articolo che parlava dei cinque finalisti nella corsa al premio "Amico della Terra" con il quale si evidenziava come sia stato premiato "l'impegno dei sommozzatori nel ripulire il fondale del Garda". Bisogna sottolineare che per effettuare quest'operazione il comune di Riva del Garda ha elargito, a beneficio del Gruppo Sommozzatori Riva, la somma di € 1.000,00 con verbale di delibera n° 491 – prot. n. 2011 – 0036557/AMBPSC020 nel quale, fra l'altro, viene menzionata la collaborazione con i Vigili del Fuoco Volontari di Riva del Garda e del cantiere comunale.

Lascia perplessi il fatto che un altro gruppo di persone, aderendo al progetto "Padi Aware" (iniziativa su scala mondiale che opera su laghi, mari e oceani) ebbe precedentemente un'iniziativa analoga ma non chiese contributi a nessuno; ogni subacqueo partecipò utilizzando la sua attrezzatura e l'immondizia raccolta venne caricata sulle autovetture di proprietà e portata alla discarica o posata nelle apposite isole di raccolta differenziata. Non vennero aiutati dal Cantiere Comunale, non vennero assistiti dai Vigili del Fuoco, non chiesero e non ebbero nessun "rimborso", forse non fecero la giusta pubblicità...

Certo si obietterà che questa gente non fa parte di un'associazione specifica e che, quindi, risulta difficile sotto il profilo burocratico metterla in lista per il riconoscimento, ma perché allora darlo a qualcuno che ha ricevuto addirittura un contributo proveniente da fondi pubblici, mentre è risaputo che c'è chi lo fa non solo per niente, ma mettendoci addirittura del proprio?

Il contributo poi risulta elargito "a fronte di una spesa prevista di 1,210,00 € da imputare a noleggi di attrezzature e rimborsi ai subacquei" (così recita il verbale).

Quale noleggio attrezzature? Il gruppo ha le sue attrezzature e i subacquei hanno le proprie che usano ogniqualvolta si immergono per puro divertimento personale. E quali rimborsi ai subacquei? E' un'iniziativa volontaria in nome dell'ambiente e dell'ecologia o è una prestazione? Perché se si tratta di una prestazione bisogna verificare se i partecipanti siano stati o meno in possesso del previsto titolo professionale di Operatore Tecnico Subacqueo, nonché della prevista autorizzazione da parte dell'Ispettorato di Porto di Trento.

Raffaele Ferroni

Riva del Garda: I contributi 'subacquei' del Comune

Chi è online

 242 visitatori online