Gio10222020

Last update05:57:07

Back Valli Valli del Trentino Valle dell'Adige Problemi di coincidenze.......

Problemi di coincidenze.......

  • PDF
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 

Treno della_Trento-MaléTrento, 21 giugno 2014. - di Claudio Riccadonna

La linea ferroviaria Trento-Malè- Marilleva è convenientemente servita da treni moderni, alquanto confortevoli, puliti e decorosi, dotati ciascuno di un ottimale impianto di condizionamento, particolarmente refrigerante durante la stagione estiva. Inoltre la rigorosa puntualità delle corse garantisce alla sua utenza ormai "fidelizzata" l'arrivo sicuro all'agognata destinazione, proprio all'orario prescritto.

Infatti i ritardi, talvolta così fastidiosamente "plateali" sul fronte delle Ferrovie dello Stato, sono positivamente sconosciuti a questa linea "periferica", i cui convogli, inerpicandosi lungo la Val di Non e poi la Val di Sole, ne consentono peraltro un'amena esplorazione panoramica. Anche il personale di controllo si relaziona in modo garbato, premuroso e disponibile. Certamente va tributato, anche per tali ragioni, un convinto plauso alla Trentino Trasporti che si adopera opportunamente per promuovere un propositivo servizio di qualità, di sicuro invidiato fuori provincia. Quindi "tanto di cappello" , esclamerebbe qualcuno!

Nonostante ciò, si deve segnalare come unico elemento di sofferenza, tuttavia recuperabile o migliorabile, la non sempre adeguata "integrazione" con le corse previste da Trenitalia, per cui risulta, talvolta, inefficiente il sistema organizzativo delle coincidenze. Pertanto , la diversa direzione-gestione delle due linee ferroviarie, che agiscono in autonomia, procura talora un discreto disagio a tutti coloro e non sono proprio pochi, e pensiamo a tal riguardo ai tanti stagionali o ai pendolari occupati negli uffici pubblici o nelle scuole nonese e solandre, che, "sfruttando" la tratta Verona-Bolzano e scendendo poi a Mezzocorona, sono di quando in quando costretti , dopo una trafelata corsa da centometrista verso la piccola stazione provinciale, "a salutare da vicino", con sbigottito senso di impotenza , il passaggio del simpatico trenino diretto in val di Non. D'altra parte, come è stato sottolineato da qualche dipendente della Trentino Trasporti, " l'uno non è tenuto ovviamente ad aspettare l'altro".

Esempio eclatante è rappresentato dalla corsa che, in direzione nord da Trento verso Bolzano, arriva a Mezzocorona alle 6:43. Ebbene il trenino per la Val di Non transita alla "stazioncina", distante circa cento metri da quella di "Trenitalia", quasi contemporaneamente, e vista l'eccezionale puntualità, risulta impossibile da "prendere". Non si poteva prevedere qualche "istante" in più, considerando l'esigenze mattiniere di numerosi lavoratori?

Sarebbe appropriato, comunque, riflettere sull'utilità di "una comunicazione" più proficua e collaborativa tra le due linee, così da rispondere più puntualmente alle richieste di un'estesa comunità.

Problemi di coincidenze.......

Chi è online

 246 visitatori online